Posts Tagged ‘t-shirt’

ALYSI . Aren’t we all sinners

Una reiterazione continua che diventa texture. È così che Alysi presenta la sua ultima collezione, abbinando pattern che si ripetono con tecniche e cromie differenti su un’ampia gamma di tessuti. Must-have della collezione sono le T-shirt che riprendono il tema della fiaba, con ciondoli a tema annodati su nastri di seta e richiami ai peccati, perché dopotutto “aren’t we all sinners?”.

Elisa

ALYSI . Aren’t we all sinners

A non-stop repetition that becomes a texture. This is how Alysi presents the latest collection, combining repeated patterns with different techniques and colours on a wide range of fabrics. The must-have pieces of the collection are T-shirts featuring the fairy them, with charms knotted around silk ribbons and references to sins, because, after all…”aren’t we all sinners?”.


AMERICAN VINTAGE . La reinvenzione del Basic

È con gli aggettivi “Instintiva e curiosa” che si presenta la nuova collezione di American Vintage. Prendendo ispirazione da tutte le strade del mondo, reinventa un nuovo modello di t-shirt. Assolutamente alla moda, la collezione è disegnata con uno stile semplice ed autentico; i capi vengono creati con fibre naturali così da avvolgere in maniera delicata tutto il corpo.

Elisa

AMERICAN VINTAGE . The reinvention of Basic style

The new collection signed by American Vintage is defined “Instinctive and curious”. Inspired by the streets of the world, it reinvents a new model of t-shirt. Absolutely fashionable, the collection features a simple and authentic style; pieces are made of natural fibres as to embrace the whole body delicately.


Lucio Vanotti . Linee pure che vestono la mente

Una collezione con una grandissima qualità di manifattura e dallo stile raffinato, Lucio Vanotti ha presentato a WHITE le sue linee di stile per un uomo nuovo, in cui il minimal e la fantasia ripercorrono insieme mondi di esperienza e creatività fornendo nuovi spunti utopici di armonia. È così che una trama fustellata in puntini immerge il contatto del corpo con quello della natura, così come in modo più manifesto, l’acqua si trasferisce in un elegante stampa fotografica su t-shirt per contemplare e farsi contemplare. L’osservazione di ambienti naturali modifica le onde del benessere interiore, non solo estetica quindi, ma l’affermazione di un processo a più livelli.

Morethanlove

Lucio Vanotti . Pure lines to dress the mind
A collection distinguished by top-notch quality and refined style, Lucio Vanotti has presented at WHITE his styles for a new man, where minimal and fantasy follow together universes of experience and creativity providing new utopian hints for harmony. This is how a punched texture merges the contact of body with the contact of nature, just like water is transferred to an elegant photographic print on a t-shirt to contemplate and be contemplated. The observation of natural environments changes the waves of inner wellness, then we do not only deal with aesthetics, but also with the affirmation of a process structured on several levels.



Placement e t-shirt . Adotta anche tu un piccolo animale selvatico

È già da diversi anni che le stampe fotografiche hanno ritrovato il loro spazio nelle passerelle internazionali. Una delle prime a dar di nuovo voce e respiro ai tessuti stampati è stata la stilista Mary Katrantzou, che dei tessuti in all over e texture stampate ha fatto il punto forte delle sue ultime collezioni. Successivamente anche noti brand di moda come Givenchy ed altri hanno rispolverato questo trend ormai in atto che, tra soggetti religiosi o ispirati alla natura, hanno spostato dalla savana o da padroni un pò aggressivi ogni specie vivente trasferendola in tutte le passerelle internazionali. Di seguito qualche esempio avvistato a WHITE nelle scorse edizioni, docile è una parola in disuso in queste stampe sia per gli animali rappresentati che per altri soggetti.

Morethanlove

Placement and t-shirt . Adopt a little wild animal

Fort some years, photographic printings have recovered their space on international catwalks. Designer Mary Katrantzou has been among the first to bring printed fabrics back to life; in fact, the strong point of her latest collections are all over fabrics and printed textures. Afterwards, also famous fashion brands like Givenchy and others have brushed up this trend which, amidst religious or nature-inspired subjects, have moved every creature from the savanna or from a little bit aggressive owners to all the international catwalks. Below are some examples seen at the last editions of WHITE, the word docile has fallen out of use within these printings both for the represented animals and for other subjects.




Drink beer Save water. Un consiglio che parte da una tshirt

Quando due linguaggi si uniscono danno vita a qualcosa di nuovo, capita  sopratutto se alla fusione dei due mondi c’è un marchio come Drink Beer Save Water. Una delle innovazioni più interessanti viste di recente al salone, la bidimensione che si lega a campi tridimensionali combinando disegni e stampe che raffigurano azioni. Una sorta di performance creativa è messa in scena sul palcoscenico mondiale più utilizzato negli ultimi anni, la tshirt come una tela bianca non solo per all over e placement, ma spazio aperto che annulla la staticità attraverso gestualità e movimenti.

Morethanlove

Drink beer. An advice starting from a t-shirt
When two languages meet they give life to something new, it happens mostly when a brand like Drink Beer Save Water takes part in the fusion of two worlds. One of the most outstanding innovations recently seen at the show is the bi-dimension that is linked to three-dimensional fields combining designs and printings reproducing actions. A sort of creative performance is put ona world-famous stage that over the last few years has been the most used, t-shirt as a white paint, not only meant for all over and placement, but an open space that erases immobility through signs and movements.

 


G-Tees . Avvolti da aureole di seta

L’iconografia religiosa è chiaramente il tema delle prossime stagioni, l’ho capito nel momento in cui ho aiutato a chiudere una collezione di tshirt a marzo che sarà in distribuzione la prossima estate e lo rivedo nelle proposte presentate a WHITE di Settembre. G-Tees è un marchio disegnato dallo stilista Katim Sabbagh, i foulard sono molto morbidi, sono infatti realizzati in seta mista a modal, completamente naturali quindi. La morbidezza conferita dalla fibra in cellulosa consente nell’indossarli, la creazione di onde e balze armoniose attorno al collo. Le stampe hanno colori molto accesi, come a richiamare le immagini originali nell’idolatria che le caratterizza, dal carattere quasi drammatico visti i toni cromatici, in una fase catartica dallo stampo spirituale.

Morethanlove

G-Tees. Wrapped in Silk Halos
The religious iconography is clearly the theme of the upcoming seasons, I realized it when I helped to end up a T-shirts collection last March that will be distributed next summer and I see it again in the proposals presented at WHITE in September. G-Tees is a brand designed by fashion designer Katim Sabbagh, scarves are very soft, are made of silk mixed to modal and therefore completely natural. The softness given by the cellulose fiber allows the creation of harmonious waves and ruffles around the neck while wearing them. The prints come in very bright colours, as if to recall the original idolatry images that characterize them, quite a dramatic character due to the color tones, in a cathartic phase with a spiritual imprint.


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO