Posts Tagged ‘pois’

WHO’S THAT MAN. Che porta la neve.

Quest’anno, o per fortuna o per sfortuna, di neve se n’è vista ben poco, tra le passerelle di WHITE c’è invece chi la crea o la ricorda con un cappotto grigio a “pois” bianchi sopra un look total black.

Elisa

WHO’S THAT MAN. Who brings the snow.

Luckily or unluckily, this year we haven’t had much snow, while at WHITE there is someone who creates or recalls it with a grey coat with white dots on a total black look.


WHO’S THAT MAN?. Occhio al dettaglio!

Sulle passerelle di WHITE troviamo sempre look sgargianti, interessanti e che non passano sicuramente inosservati. Il protagonista di oggi è un ragazzo che ama il dettaglio e il mix di fantasie. Una coppola con una texture sui toni beige e del marrone, una giacca blue a pois grigi e bianchi e una zaino in spalla, pronto per visitare al meglio il nostro salone!

Elisa

WHO’S THAT MAN?. Mind the detail!

On the WHITE catwalks, we always find flashy and interesting looks, which do not go unnoticed for sure. Today’s protagonist is a guy who loves details and textures mixing. A flat cap featuring beige and brown tones, a blue jacket with grey and white dots and a backpack, ready to visit our show at best!


White Hunting . Drops of colors on your garments

Gocce di colore si irradiano su una campitura nera, sfondo perfetto per far venire alla luce la tinta in pieno. Le texture diventano elemento caratterizzante di vestiti e camicie che con constrasti vivi di geometrie astratte, personalizzano un look con creatività e cadenze ritmiche.

Morethanlove

White Hunting . Drops of colours on your garments
Colour drops spread over a black background, the perfect one to enhance the hue at its best. Textures become the distinguishing element of dresses and blouses which characterise a look with creativity and rhythm by means of contrasts rich in abstract geometric signs.



White Hunting . Salone che vai ombrello che trovi 

Sembra quasi che agli ultimi saloni a livello internazionale debba imperversare neve e pioggia o qualche grandinata, così è successo a Parigi così come a Milano e lo stesso per il salone del mobile della scorsa settimana. Di seguito una raccolta che vede i visitatori di WHITE alle prese con un altro accessorio che qualche anno fa avevamo tra gli espositori, l’ombrello in tutte le sue varianti o almeno quelle più vicine all’outfit prescelto.

Morethanlove

White Hunting . You can tell a show by its umbrella
It seems that over the last editions of the show, snow, rain or hail have raged at international level, in Paris and in Milan, and also last week during salone del mobile. Below is a parade of WHITE visitors struggling with another accessory that was showcased some years ago, the umbrella, in all its variants or at least the one which is closest to the outfit.




WHITE Hunting . I pois che curano l’outfit

Non è sempre facile cercare di trarre il buono dai momenti peggiori, il potenziale creativo è una fonte incredibile di trasformazione di un momento non proprio fantastico in qualcosa di incredibile e tutto sta nel potere o nello spirito di reazione di ognuno. È così che un ingessatura può diventare il motivo perfetto per indossare un foulard a pois, sto estremizzando chiaramente, ma uno dei visitatori di WHITE fa parte di questa notevole collezione di giacche avvistate al salone che nei suoi abbinamenti cromatici ha decisamente superato tutti.
WHITE Hunting . Dots care for the outfit
It is not always easy to get the best from the worst moments, the creative potential is an incredible source of transformation into something great, during a period that cannot be defined as wonderful, it all depends on the possibility or in the reaction ability of everyone This is how a plaster becomes the perfect reason to wear a polka-dots scarf, I am exaggerating, of course, but one of the WHITE visitors is part of such a huge collection of jackets seen at the show, who breaks all records in colour matching.


WHITE Hunting . Se ritornano, lo fanno con stile

Ci vuole chiaramente molta personalità per poter osare nella moda e portare sulla strada quello che spesso si vede proposto sulle passerelle o da marchi di ricerca, ma qualcuno lo fa con garbo e stile. L’avevamo già fotografata lo scorso anno con un outfit dal gusto orientale, impeccabile anche all’ultima edizione di WHITE, con delle texture e accessori che hanno creato un look decisamente cool.

Morethanlove

WHITE Hunting . Back in style
Frankly, you need a strong character to dare in fashion and to wear what is usually seen on runways or with experimental brands, but someone does it gracefully and stylishly. We already photographed her last year, with an outfit sarin Oriental taste, impeccabile also at the last WHITE edition, with textures and accessories that have created a very cool look.


 


WHITE Hunting . Un salone a stelle, strisce e… pois

Se nell’ultimo periodo aveste avuto qualche dubbio su temi grafici da indossare attraverso vestiti o accessori, qui di seguito alcune proposte scelte dai visitatori di WHITE. Cerchi o stelle? Pois o triangoli? Se non avete ancora deciso potete optare per delle righe. Una rassegna a sfondo geometrico con figure prese da universi lontani e trasferiti su tessuto, da mondi esoterici o semplici sfere bianche, le varianti sono molteplici e tutte con un profilo diverso, a voi la scelta.

Morethanlove

WHITE Hunting . Stars and stripes and….polka dots for the show

If recently you were in doubt regarding graphic motifs for clothes or accessories, below you will find some proposals chosen by WHITE visitors. Rings or stars? Polka dots or triangles? If you haven’t decided yet, you can opt for stripes. A review with a geometric background with figures taken from faraway universes transferred on fabric, from esoteric worlds or simple white spheres, there are myriads of variants, all with a different line, the choice is up to you.

 




Minden Chan . Una danza ceca dà il via a texture a pois


Sarebbe stato più scontato avere stelle e striscie nelle sue creazioni se Minden Chan non avesse proposto all’ultimo salone una collezione fatta di pois. Nati da una danza da cui prendono il nome in inglese (Polka dots), i pois presentati dallo stilista di origine cinese e trapiantato in America, adottano toni poco saturi;  una base grigia crea lo sfondo su cui appare e scompare la texture. Interessanti, nonostante la semplicità del motivo grafico, sia le varianti a colori che in bianco e nero, quest’ultime caratterizzate da pattern quasi smembrati all’aumentare della grana, un effetto nebbia che ricorre nelle altre prosposte. Il taschino nel taschino crea una ridondanza stilistica che con una semplice idea personalizza un maglioncino.

Morethanlove

Minden Chan . A Czech dance gives the starting sign to dot textures
Stars and stripes would have been much more taken for granted if Minden Chan wouldn’t have proposed a dot collection at the last edition of the show. Coming from a dance from which they take their name (Polka dots), the dots presented by the Chinese designer, settled in the U.S., have not much saturated colours; a grey basis is the background on which the texture appears and disappears. Interesting, despite the simplicity of the graphic pattern, both the coloured and black-and-white variants, the latter are characterised by patterns that are almost disintegrated by the grain size, a mist effect that recurs in the other proposals. The pocket in the pocket creates a stylistic redundancy that characterises a pullover with a simple idea.



White Details . Il modulo che ricopre il corpo con varianti inaspettate

Una fauna marina da indossare questo ed altro in fiera, certo una giacca a coste blu non è la base che ci aspetteremmo di vedere per degli squali, ma per chi non se ne fosse accorto, c’è nè solo uno in mezzo ad un banco di pesci, il che fa sperare che la situazione non prenda pieghe diverse. C’è chi invece ha deciso che la savana è l’ambiente ideale in cui fare lunghe passeggiate, ma in mancanza di altro ci sono texture che rimandano al leopardato, in bianco e nero, in abbinamento ad una lunga tshirt. Qualcuno invece ha scelto dei grossi dots appena accennati su un lato, mentre la texture che non è proprio passata inosservata è stata quella che ricopre il corpo di verdoni, ma anche qui all’occhio più attento non sfuggirà il dettaglio, invece del solito insigne personaggio c’è un orsacchiotto come rappresentante onorario della valuta. Di certo un valore aggiunto affettivo che purtroppo non avrà un riscontro nel mondo reale. Ma a noi piace così.

Morethanlove

White Detail. The module that covers the body with unexpected variants
A marine fauna to be worn, all this, and more, at the show. Of course, a ribbed blue jacket is not the basis we would expect for shark , but for those who have not realized it, there is only one among a shoal of fishes, and we hope the situation will not evolve. There are those who have decided that the savannah is the ideal place to go for a stroll, otherwise there are textures recalling leopard-skin, black and white, paired to a long T-shirt. While others have opted for big outlined dots on a side, the texture – which does not go unnoticed – covers the body in dollars, and here the most attentive eye will not miss the detail: the illustrious, usual character has been replaced by a teddy bear. Certainly, emotional added value that will not get any feedback from the real world. But we like it this way.

 

 


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO