Posts Tagged ‘gioielli’

IRON MIRIAM NORI. Intrecci come Pensieri

Da nodi, intrecci e grovigli nascono i gioielli di Miriam Nori. Ogni pezzo diventa unico nel suo essere come i pensieri che scorrono nella mente. Miriam Nori nelle sue creazioni mette insieme estetica e arte; il bronzo sicuramente è il suo materiale prediletto perché in esso trova la sua interpretazione del mondo: essenziale, grezzo ma che lascia sicuramente spazio alla forma.

Elisa

IRON MIRIAM NORI. Weaves like thoughts

Knots, weaves and kinks give life to Miriam Nori’s jewels. Each piece is unique in its kind like the thoughts that flow through the mind. Miriam Nori blends aesthetics and art in her creations; bronze clearly represents her favourite material because she finds her interpretation of the world in it: essential, raw and yet leaving space to shape.


Bjorg . Una gioia in geometria

Provate a pensare all’arte e alla sua trasposizione su gioielli e avrete come comun denominatore il marchio Bjorg. Presentata a WHITE la sua ultima collezione di gioielli in cui vere opere di design raccontano storie nascoste di mondi lontani. Una semplicità che nasce da forme geometriche e parla di mondi nascosti tra il mistico ed il pagano, in cui l’occhio diventa il centro energetico di luminosità e riflessi inediti.

Morethanlove

Bjorg . A joy in geometry

Just try to think about art and its transposition on jewels and you will get the brand Bjorg. Its last collection of jewels presented at WHITE features veritable works of design that tell hidden stories of faraway worlds. A simple line that rises from geometric shapes and talk of places hidden amidst mystic and pagan, where the eye is the energetic centre of light and unusual reflects.




Eloise Fiorentino . Nuovi orizzonti nel design del gioiello

Eloise Fiorentino . Poche linee riescono, se trasformate in metallo, a diventare delle semplici ma assolutamente eleganti gioie. Una collana con lunghezze diverse crea una dinamicità nuova che nel movimento del corpo trova il proprio dinamismo perso nel trasformarsi da pensiero in materia.

Morethanlove

Eloise Fiorentino . New horizons in jewel design
If transformed into metal, a few lines can become simple and yet extremely elegant joys. A necklace with different lengths create a new dynamism which turns from thought into material through the movement of the body.


 


Nanni . L’accessorio si trasforma tramite sintesi materiche

Maglie metalliche in piena trasformazione, abituati a vedere le collezione di Nanni in gioielli frutto di un’esperienza consolidata, ecco alcune collezioni presentate all’ultimo salone in cui la maestria diventa opera da ammirare ed indossare. Le creazioni si innestano come strutture dorate su borse in cui la pelle e il metallo contribuiscono allo stesso scopo: un’accoppiata insuale che sorprende con semplici mix di texture in metallo e preziose pelli.

Morethanlove

Nanni . The accessory changes through synthesis of matter

Metal meshes in full transformation, used to see Nanni’s collection of jewels resulting from a well-established experience, here are some collections presented at the last show where mastery becomes an artwork to be admired and worn. Creations intersect like golden structures on bags where leather and metal lead to the same final result: an unusual combination that surprises with simple mixes of textures made of metal and precious leathers.



Alcozer . La matericità si trasforma in geometria

Alcozer è una linea di alta bigiotteria presentata all’ultima edizione di WHITE. Il designer trae ispirazione per le sue creazioni dalle varie contaminazioni assorbite durante i suoi viaggi. Pietre incastonate e forme geometriche ben definite creano una serie di intrecci che danno vita ad opere artistiche da indossare. Così alcune collane diventano degli antichi rimandi a monili orientali, mentre gli anelli vedono in tutte le loro varianti, una moltitudine di icone che si intrecciano dando respiro ad inaspettate volute da indossare e da cui rimanere ammalliati.

Morethanlove

Alcozer . Materiality becomes geometry

Alcozer is a line of high-end jewellery which was presented during the last edition of  WHITE. In his creations, its designer is inspired by different contaminations absorbed during his journeys. Mounted stones and well-defined geometric shapes create a series of interlaces that give life to artistic works to be worn. This way, some necklaces become old references to Oriental jewels, while rings see a multitude of interlacing icons in all their variants, thus creating unexpected spirals that fascinate.



Claudia Chianese . Mimetismo di stile, quando la natura trasmette gioie

Ciò che nasce dalla natura torna alla natura, potremmo cominciare in questo modo la descrizione della collezione di gioielli Claudia Chianese. L’essere camaleontico sembra quasi permeare i metalli e le pietre. Dimenticate le geometrie classiche, qui ogni forma è quasi rupestre con l’eleganza che nasce dalla sua irregolarità e da ciò che attornia, il tocco artistico prevale nell’evidenziare gocce di metallo che quasi colano su altri materie simil grezze. Uno scoprire continuo di una realtà celata e pian piano svelata attraverso pezzi che come ambra, son protetti in natura.

Morethanlove

Claudia Chianese. Mimetism of style, when nature conveys joys

What rises from nature comes back to nature, this is how we could start the description of the jewels collection by Claudia Chianese. The chameleon-like creature almost permeates metals and stones. Forget the classic schemes, here each shape nearly has a rocky style with the elegance deriving from its irregularity and from what it surrounds, the artistic touch prevails and enhances the small metal drops which almost oozes on other raw-like materials. An endless discovery of a hidden reality which is gradually disclosed through pieces which, like amber, are protected in nature.


 



Rochambeau . Una savana con pietre preziose e ricami di carattere

Rochambeau ha presentato a qualche edizione fa di WHITE una collezione veramente stimolante, le texture qui diventano sovrapposizioni di soggetti in cui creature di savane si incontrano su diversi livelli. Sarà la legge del più forte a dominare nella definizione dei neri ricamati con ghepardi agguerriti. I colori si fanno terrosi e caldi e la collezione di gioielli rimanda a pietre naturali in cui il dettaglio della forma grezza si ravviva nel contrasto con la linearità geometrica dei metalli. Una collezione molto ricercata e dal linguaggio decisamente unico. Molto interessante!

Morethanlove

Rochambeau . A savannah with precious gems and embroideries of character

A few editions ago, Rochambeau presented at WHITE a very spurring collection, where textures become the superimpositions of subjects where creatures coming from the savannahs meet on different levels. The law of the survival of the fittest still applies to the definition of the black tones embroidered with hardened cheetahs. Colours get the tones of the earth and become warm and the jewels collection recalls natural stones where the detail of the raw shape brightens up in the contrast with the geometric linearity of metals. A very refined collection, with a definitely unique language. Very interesting!



 

 

 


Una fila di perle trasparenti attraversa un semicerchio rigido

All’ultima edizione di WHITE, il marchio PrzhonSkaya, ha presentato una collezione di gioielli che interpretano i motivi geometrici con un linguaggio molto personale ed innovativo. Multiformi strati di perle trasparenti e color argento si innestano in semicerchi concavi dando vita a gioie sospese, qui gli spazi che contengono determinano la forma creando anche dei veri e propri colletti rigidi con materiali plastici.
A row of transparent pearls passes through a rigid semicircle

At the last edition of WHITE, the brand PrzhonSkaya presented a collection of jewels that interpret geometric patterns with a very personal and innovative language. Multiform layers of transparent and silver-coloured pearls interlace within concave semicircles thus giving life to suspended joys, here delimiting spaces determine the shape also creating veritable rigid collars with plastic materials.




Tolemaide . Colori terrosi contrastano con luccichii delicati

Un marchio dal sapore vintage nei toni di colore e nei materiali inusuali, Tolemaide con innesti di metalli e ceramiche, crea delle collezioni dalla personalità delicata, ma estremamente definita. Perle di ceramica colorata contrastano con la brillantezza dei metalli usati, mentre gocce dai colori terrosi creano orecchini che arricchiscono il viso. Altre suggestioni vengono dai bracciali che in una danza circolare definiscono un motivo ritmato di sfere colorate. La delicatezza qui è di casa.

Morethanlove

Tolemaide . Earth colours clashing with delicate twinkling

A brand with a vintage taste in unusual colours and materials, with metal and ceramic insertions creates collections with a delicate and yet well-defined personality. Pearls of coloured ceramic clash with the brightness of the materials used, while drops of earth colours create earrings to lit up the face. Other suggestions come from bracelets that define a measured motif of coloured spheres within a circular dance. Here delicacy is a constant

 



WHITE Details . I gioielli come desideri in miniatura

Figure naturali fustellate su legno o gocce di rugiada cristallizata in pendenti, i gioielli rappresentano una sezione che interessa sempre chiunque a WHITE. Perché non fare un giro al salone in mongolfiera? C’è chi ha deciso di portarla con sé in miniatura nel caso decida d’un tratto di librarsi in aria.

Morethanlove

WHITE Details. Jewels like miniature wishes

Natural silhouettes punched on wood or dewdrops crystallized as pendants, jewels always arouse the interest of everybody at WHITE. Why not having a tour of the show on a fire balloon? Someone has decided to carry a miniature of it in case she suddenly decides to soar.

 




Erickson Beamon . Una cascata di perle impreziosisce il décolleté

Inutile dire che il team di cui fanno parte Karen & Eric Erickson insieme a Vicki Beamon, ha un curriculum che solo a leggerlo è sufficiente a convincere all’acquisto chiunque, senza nemmeno guardare le collezioni. Se l’opinion leading è una forma incontrastata di comunicazione che conferma la qualità e autenticità di un marchio, c’è una lista incredibile di ammiratori dei gioielli ERICKSON BEAMON. Da Lady Gaga a Kate Moss, passando dalla tanto amata Lady D e Michelle Obama, lo stile del marchio sembra spaziare tra gusti diversi, tra i più audaci della pop star a quelli più raffinati e discreti delle first lady. Uno dei pezzi che mi ha più incuriosito è la collana di perle che attraverso dimensioni diverse crea un pezzo unico tutto in chiaro per rendere qualsiasi décolleté elegantemente prezioso.

Morethanlove

Erickson Beamon . A cascade of pearls embellishes the décolleté
No need to say that the team to which Karen & Eric Erickson belong together with Vicki Beamon, boasts a very convincing curriculum, one would buy even without looking at the collections. If opinion leading is an undisputed form of communication that establishes a brand quality and genuiness, there’s an incredible list of people who adore ERICKSON BEAMON’s jewels. From Lady Gaga to Kate Moss, to the beloved Lady D and Michelle Obama, the style of the brand seems to be ranging over different tastes, from the most audacious of the pop star to the most refined and discreet ones of the first ladies. One of the pieces that astonished me most is the pearl necklace whose different sizes create a unique piece i light tones to turn every décolleté into something elegant and precious.



Adela Romero . Vestìti di strass

Che i gioielli fossero parte integrante dei look lo sapevamo già, spesso anche un semplice styling può trasformarsi completamente se gli accessori hanno una forte personalità; ma c’è chi, come Eleonora Ploncher si vuole spingere oltre nell’autentico tentativo di creare accessori a metà strada tra gioielli e capi di abbigliamento. Presentati a WHITE di Settembre, le collezioni del marchio Adela Romero, sono state molto apprezzate per la qualità dei materiali e dello stile completamente Made in Italy.

Morethanlove

Adela Romero. Dresses featuring rhinestones

We already knew that jewels are an integral part of the look, often a simple outfit can change completely if the accessories have a strong personality; but there are those who, like Eleonora Ploncher, decide to go beyond  the mere tentative to create accessories that are halfway of jewels and pieces of clothes. Presented at the September edition of WHITE, the collections of the brand Adela Romero were really appreciated for the quality of their materials and the 100% made in Italy style.



 

 

 


Goodwood . Un diamante in legno direttamente da Brooklyn

Goodwood è un marchio americano di accessori in legno, una fitta rete di coolhunter scova icone e simboli tipicamente underground sotto l’elgida creativa dello stilista che interpreta, dalla sua sede di Brooklyn, infinite varianti. Pixel associati al legno, colori e forme tutte handmade con simboli anni ’80 e moderni, un pò di ironia e di spirito di osservazione nell’interpretazione di accessori che ispirano tecnologia pur partendo dalla natura.

Morethanlove

Goodwood . A wooden diamond straight from Brooklyn

Goodwood is an American brand of wooden accessories, a strong network of coolhunters finds out typically underground icons and symbols under the designer’s creative protection who interprets, from his Brooklyn head office, numberless  variants. Pixel matched to wood, handmade colours and lines with symbols – both modern and inspired by the 80s, a bit of irony and of spirit of observation in the interpretation of accessories that inspire technology yet starting from nature.



 


SAM UBHI . Come trasformare la natura in gioiello


La creatività è più delle volte espressione dei moti dell’animo, le collezioni, le opere d’arte, altro non sono che la memoria e le contaminazioni di vita che si fanno tridimensionali grazie alla mano dell’artista o del designer. A questo poi si somma anche l’esperienza e ricerca di materiali che consentono, in base al gusto personale, di assemblare e rendere tangibile le proprie sensazioni con forme e colori. Sam Ubhi è una designer di gioielli inglese molto nota a WHITE, è già da diverse edizioni che le sue collezioni sono protagoniste negli spazi del salone. Ho scattato alcune immagini di alcuni dei miei pezzi preferiti, sono interessanti sia le forme geometriche che incapsulano materie quasi grezze in ori ed argenti che le cromie naturali che li tramutano in gioie eterne.

Morethanlove

SAM UBHI . How to transform nature into a jewel
Creativity is often the expression of heart impulses, collections and works of art just represent memory and life contaminations that become three-dimensional thanks to the hand of the artist – designer. Now, just add experience to materials research to enable, according to personal taste, to assemble and make one’s feelings tangible by means of shapes and colours. Sam Ubhi is an English designer of jewels, well known at WHITE, her collections have been in the spotlight for many editions of the show. I have taken some pics of some of my favourite pieces, both geometric lines that encapsulate almost raw materials in gold and silver and natural tones that transform them into eternal joys are so interesting.



Sveva Collection . Gioielli come ricordi tridimensionali

A primo impatto potrebbero apparire come dei gioielli di origine orientale, le creazioni di Sveva Collection invece hanno radici completamente italiane sia nella creatività che nella manifattura. Di internazionale rimane però il rimando al bagaglio percettivo di immagini che Sveva Camurati ha assorbito nei suoi viaggi in molti paesi tra cui il Medio Oriente, Africa ed India. Per cambiare percorso nella vita ci vuole molto coraggio, a volte alcune vie sono state fatte più per formarci e renderci pronti ad un salto in un’altra direzione che per essere seguite all’infinito, così è stato per la designer che, formatasi come ballerina nella scuola di danza della Scala si dirige a studiare recitazione al Lee Strasberg Theather Institute in America. Tornata in Italia nel 2005 Sveva ha creato un marchio di gioielli in cui il suo eclettismo artistico si palesa in accessori vibranti di contaminazioni internazionali.

Morethanlove

Sveva Collection . Jewels like three-dimensional memories
At first, they would seem African jewels, but Sveva Collection’s creations are 100% Italian, both for their creativity and manufacturing. The international touch is given by the reference to the perceptive fund of images that Sveva Camurati has absorbed during her travels across many Countries such as the Far East, Africa and India. To change your way, you should be so brave, sometime some ways are meant for our education and to prepare us to change direction, or to be run infinite times, this is what happened to the designer; she studied as a dancer at the Scala School of Dance and then she studied drama at the Lee Strasberg Theather Institute in America. Back to Italy in 2005, Sveva has created a brand of jewels where her artistic eclecticism is manifest in accessories quivering with international contaminations.


 

 

 


Sofia Retro Bazar . Il riciclo dal gusto liberty


Sofia Retro Bazar è un marchio presentato nell’area CLASS di WHITE, un’area attenta all’ambiente e a tutti i marchi che decidono di dirigersi verso una nuova direzione più eco-sostenibile. Il marchio ha proposto sia una linea di gioielli, sia di intimo e beachwear. Gli accessori in plexiglass presentati, sono realizzati con materiale plastico riciclato, proveniente da scenografie dismesse, allestimenti e arredo di negozi rielaborato attraverso dei processi di sabbiatura e lucidatura. I colori mantengono quel sapore vintage originario di toni autentici su cui si palesano toni liberty e geometrie ben definite, grafismi netti a contrasto con uno stile un pò più lezioso. Alcune soluzioni sono decisamente deliziose!

Morethanlove

Sofia Retro Bazar . Recycle with a taste of Art Nouveau
The brand Sofia Retro Bazar was presented at the CLASS area of WHITE, a space that cares for the environment and for all the brands that decide to move towards a more eco-friendly direction. The brand has proposed both a line of jewels and of underwear and beachwear. The Plexiglas accessories presented are made of recycled plastic recovered from disused sets, fittings and stores furnishing reprocessed by means of sanding and polishing processes. Colours keep the original vintage taste with authentic tones where well defined Art Nouveau and geometries styles are evident, neat graphic elements are in contrast with a bit more affected style. Some proposals are definitely lovely!



Una LOTTA dalla vittoria certa

Che il tema pagano fosse da tempo sulle scene dello stile internazionale l’avevamo capito, già la cantante Florence and the Machine ne aveva dato grande esempio in uno dei suoi video più belli. Lotta Andersson ripropone gli stessi simboli che caratterizzano questo mondo magico e ancestrale per riportare ai giorni d’oggi una sorta di ritorno alle origini con un misticismo di stile inciso nei metalli. Argenti anticati e ottoni fanno capo alla collezione insieme alle immancabili pelli che creano nuove decorazioni per il corpo. In tema perfetto, visto che i miei unici acquisti di quest’anno sono stati un orecchino in bachelite con un cavallo vintage stampato e un anello a forma di scoiattolo, nel visitare lo stand di LOTTA a WHITE di Febbraio mi sono ritrovata come a casa. Parti di animali in metallo come simboli di forza, un richiamo a delle figure mitiche che trasmettono la loro personalità a chiunque le indossi.

Morethanlove

LOTTA has victory in its grasp
It was clear that the issue of paganism had been in the spotlight of international style, already the singer Florence and the Machine gave a great example in one of her huge videos. Lotta Andersson (Lotta is also the Italian translation of “fight”, that’s the title trick) proposes the same symbols that characterize this magic and ancestral world to carry back at the present time a kind of return to the origins, with pure style engraved in metals. Antique-effect silver and brass refer to the collection together with the unfailing leather that creates new decorations for the body. Perfectly tuned, as my only buys for this year have been a bakelite earring with a vintage horse printed and a squirrel-shaped ring, while visiting the stand of LOTTA at WHITE in February I felt at home. Parts of animal made of metal are symbols of strength, a reference to mythical figures that convey their personality to those wearing them.

LOTTA fashion movie

[youtube width=”960″ height=”500″]http://www.youtube.com/watch?v=9OewZGzIGNc[/youtube]

 

 


La Maison d’Ivana . Marionette e geometrie preziose

Ci sono cose che si imparano sui libri, in questo caso direi proprio riviste, ed altre invece sul campo, girando per sfilate e saloni di moda. Andare al salone è un aggiornarsi continuo su nuovi stili proposti ed avendo tre giorni a disposizione si ha una panoramica di quello che di interessante ci sia nel mondo del contemporary internazionale. La Maison d’Ivana è un marchio di che fa da anni ricerca di materiali vintage per la realizzazione di accessori e gioielli, l’amore per il passato si scorge nelle rivisitazioni realizzate dal marchio su collezioni create grazie ai loro campionari. Nascono così bijoux con stili dai più vari che prendono ispirazione dagli anni ’50 fino agli anni ’80 fino ad arrivare a contaminazioni moderne. Sono interessanti le geometrie che sono riuscite a mettere a punto con colori decisamente in linea con le tendenze cromatiche (azzurro e rosa) degli ultimi tempi.

Morethanlove

Maison d’Ivana. Puppets and precious schemes
There are things you learn from the books – in this case, from magazines – while others are learnt on the field, visiting fashion shows and trade fairs. WHITE offers a constant update on new styles, the three days give an overview on the most outstanding features on the international contemporary scene. The brand La Maison d’Ivana has been experimenting vintage materials for many years for the realization of accessories and jewels, love for the past is perceived through the new interpretations carried out by the brand on collections created thanks to their set of samples. This is how jewels with the most varied styles are created, inspired by the 50s up to the 80s to the most current contaminations. The geometries created with colours that are in line with the most recent colour trends (azure and pink) are very interesting indeed.



 


Mirit Weinstock . Poesie di gioie tridimensionali

Poche persone nella vita riescono ad ispirarmi e quando capita di incontrarne qualcuna, di certo non la lascio svanire nel rumore del quotidiano perché la sua singolarità è, e rimane unica. Parlo di Mirit Weinstock, conosciuta lo scorso anno a WHITE e invitata ai talents di quest’anno con la sua splendida collezione. Nel sentire Mirit spiegarmi il concetto portante degli ultimi gioielli, ho ricordato il moto di passioni che mi aveva spinto a fare design nei miei studi, un design più legato alla comunicazione, ma le sue parole mi sono apparse come poesia moderna, un cuore che diventa tridimensionale attraverso l’artigianalità e l’estro.

Leaf falls from a tree
and returns to it
it was a butterfly

La foglia cade dall’albero
poi ritorna ad esso
era una farfalla

Attraverso questo Haiku (anni fa era diventata la mia ossessione leggere tutti gli Haiku possibili), Mirit ci spiega uno dei diversi temi sviluppati in questa sua magica collezione. C’è poco da aggiungere dopo queste parole, se non guardare le sua ultime creazioni ricche di poesia vibrante: ciglia laccate in oro con lacrime fatte di maglie dorate, rametti che germogliano in cristalli, lune di metallo che lasciano comparire la femminilità attraverso ciglia di piume. Mirit come molti designers di WHITE, trasmette l’energia pulsante dell’inizio o di chi non dimentica il moto che l’ha spinto a scegliere quel percorso, un calore che si può indossare e che riempie di gioia.

Morethanlove

Mirit Weinstock . Poems of three-dimensional jewels
In my life, a few people inspire me and when it happens I do not let them slip from my hands because their peculiarity is – and yet remains – unique. I am talking about Mirit Weinstock, I met her last year at WHITE, this year she has been invited at the talents section with her amazing collection. While Mirit was explaining me the main concept of the most recent collection of jewels, I remembered the impulse of passions that pushed me to study design – closer to communication, but her words were like modern poetry for me, a heart that becomes three-dimensional through craftsmanship and inspiration.

Through this Haiku (some years ago, reading all the Haikus was my obsession) Mirit explains us one of the different themes developed in her magical collection

Leaf falls from a tree
and returns to it
it was a butterfly

There’s nothing left to say after these words, except looking at her latest collection, full of vibrant poetry: eyelashes with gold lacquering and tears made of golden meshes, branches with crystal buds, metal moons that evoke femininity through plume eyelashes. Like many other designers at WHITE, Mirit transmits the pulsing energy of the beginning – or of those who do not forget the impulse that led to choice a particular path, warmth you can put on and that fills you with joy.

 


Alexis Bittar . Il cacciatore di gioie

Ci sono persone che sono predestinate a svolgere una professione precisa sin da piccoli e gli spunti a volte sono così palesi che la sorte gli segna la strada in maniera netta fin da subito, lucky them. Parlo di Alexis Bittar, designer americano che a solo tredici anni ha ricevuto quello che era un chiaro segnale per lui e che avrebbe segnato la sua passione futura, una collezione di gioielli antichi dai genitori (strano regalo per un tredicenne di certo). Uno dei designer di gioielli più conosciuti all’estero che è stato insignito lo scorso anno del “CFDA Accessory Designer of the Year 2010” in America, un riconoscimento sicuramente molto gratificante per chi ha costruito la sua carriera nella creazione di gioie. Di seguito alcuni pezzi di collezioni al momento presenti nei negozi e una preview futura presentata al salone.

Morethanlove

Alexis Bittar. The Jewellery Hunter
There are people who are predestined to carry out a profession from an early age and ideas are sometimes so obvious that fate marks their road sharply right away, lucky them. I am talking about Alexis Bittar, American designer who at the age of thirteen received what was a clear signal to him and that would mark his future passion, a collection of antique jewellery from his parents (strange gift for a thirteen year old, of course). He is one of the most popular jewellery designers abroad and last year he was awarded the “CFDA Accessory Designer of the Year 2010” in America, a certainly very rewarding recognition for someone who built his career on the creation of jewellery. Below some pieces of the collections currently available in shops and a preview of the future collections presented at the show.

 

 

 


Forme iconiche celebrano il gioiello


Sembra di essere immersi in una fiaba tridimensionale, in cui le storie diventano intrecci sempre più fitti, fuoriescono dalle pagine per cingere dita e polsi, scollature e fianchi. Questa è la linea di Ugo Cacciatori, designer di gioielli affermato a livello internazionale con un passato di collaborazioni tra le più prestigiose. Ugo è una persona molto elegante e semplice, l’abbiamo conosciuto all’ultimo salone in cui ci ha illustrato alcune delle sue magnifiche creazioni. Se della fiaba di cui parlavamo, vi piacesse invece che il buono, il cattivo, ecco per voi anelli con lupi in argento, elementi floreali celano invece pietre incastonate dentro una siepe che si scopre lentamente nel guardare. C’è molta tecnica e stile in questa collezione e un profondo amore per il dettaglio che custodisce segreti di gioie dove un lucchetto può sigillare desideri ancora non esauditi.

Morethanlove

Iconic styles celebrate jewels
Like a three-dimensional fairy tale where the stories are deeply woven together, they come out from the pages to tie round fingers and wrists, neck-openings and hips. This is the line by Ugo Cacciatori, a well-known international designer of jewels who can boats a past of prestigious cooperation at global level. Ugo is a very elegant and simple person, we met him on the last edition of the show where he showed us some of his outstanding creations. If you like the bad from the tale we were talking about, instead of the good, here are for you rings with silver wolves, floral elements hiding stones mounted on a hedge which is slowly disclosed. This collection is featured by much technique and style as well as by a deep love for detail that guards secrets of joys where a padlock can seal desires that have not been fulfilled yet.


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO