The Bag type

Pomikaki’s must-have bags for s/s 2016

Innovazione nei materiali, attitudine eco-friendly, stampe e colori accattivanti, qualità e soprattutto funzionalità. Un giusto mix che rende Pomikaki un nome molto amato da web influencer e fashion addicted, e le borse di questo marchio un indubbio successo tutto italiano. Dall’ edizione del White di gennaio una selezione delle borse di culto della collezione p/e di questo marchio che dalla nascita a Venezia ha saputo conquistare i mercati internazionali!

Innovative materials, an eco-friendly attitude, prints and eye-catching colors, quality and above all functionality. The right mix that makes Pomikaki a name loved by web influencers and fashionistas, and the bags of this brand an all Italian undoubted success. From January White edition a selection of cult bags from the s/s 16 collection of a brand that from its birth in Venice has been able to conquer international markets!

pomikaki

MONICA
Il colore base di Monica è il bianco, ma la borsa è arricchita da intarsi multicolor. Lo stile strizza l’occhio ad un gipsy-folk: per le fan di un coachella style and mood.

The base color of Monica is white, but the bag is embellished with multicolor inlays. The style gives a nod to a gypsy-folk: For fans of a coachella style and mood.

LEAH

I dettagli di questa borsa fanno pensare al mantello di un personaggio dei comics, la base nera la rende sicuramente stylish, ma non sminuisce l’attitude di Leah da wonderbag, perchè ogni donna in fondo è un supereroe!

 The details of this bag suggest the mantle of a comics’ character, the black base makes it definitely stylish, but does not diminish the attitude of Leah to be a Wonderbag, because every woman is basically a superhero!pomikaki1

CHRISTIE G

Linee che si intersecano e tre i colori che la compongono, black,camel e pink. Ha uno spirito bon ton e retrò. Come non pensare ad una famosa serie televisiva americana? Perché non provare con Christie G ha sentirsi come una protagonista di “Mad Man”? 50s are modern!

 Intersecting lines and three colors that compose it, black, camel and pink. It has a bon ton attitude and a retro soul. How can we not think of a famous American television series?Why do not try – thanks to Christie G – to feel like a “Mad Men” star? 50s are modern!

 

pomikaki2

 

LINDA
Linda, la borsa che fa parte della capsule realizzata da Pomikaki con la blogger Linda Tol, non poteva che essere rosa, in fondo il motto della influencer è “I believe in pink”.
in saffiano, con manico singolo, tracolla staccabile e regolabile, patella frontale, soffietti laterali e dettagli gold-metal, diventerà il ‘must-have estivo di tutte le fashion addicted!

Linda, the bag that is part of the capsule made by Pomikaki with blogger Linda Tol, could only be pink, the motto of the influencer is in fact “I believe in pink.” Made in saffiano leather, with a single handle, detachable and adjustable shoulder strap, front flap, side gussets and gold-metal details, will become the summer ‘must-have’ for all fashionistas!

 

Gianluca Sini


OOPS. I colori come modo di vivere

È proprio con i colori che il brand Oops scandisce il tempo che scorre. Nell’ultima collezione infatti troviamo tre momenti diversi: il BIANCO che rappresenta l’inizio della vita, il momento in cui per la prima volta apriamo gli occhi. Così con il passare del tempo il colore sfuma in un GRIGIO caratterizzato dalle diverse esperienze che viviamo e in fine il NERO il momento in cui chiudi gli occhi; finisce il ciclo di vita. Dal perfetto equilibrio tra tradizione e creatività nasce Oops.

Elisa

OOPS. Colours like a way of life

The brand Oops beats time with colours. Actually, the latest collection features three different moments: WHITE, which represents the beginning of life, the moment when we open our eyes for the first time. With the passing of time, the colour turns to GREY, marked by the different experiences we have, and finally BLACK, the moment when we close our eyes; the cycle of life ends up. Oops originates from the perfect balance between tradition and creativity.


Unseener Container . Se le linee definiscono la terza dimensione

Contenitori invisibili per una collezione che fa del minimal e della grande qualità di materie prime italiane il suo punto di forza, Unseener Containers è un marchio totalmente Made in Italy che ha proposto all’ultimo salone colori primari e forme semplici in cui l’essere anonimo e la corrente No Logo diventa un manifesto che accoglie i mondi personali come un contenitore silente e prezioso.

Morethanlove

Unseener Container . If lines define the third dimension
Invisible cases for a collection that has minimal style and high-quality Italian raw materials as its strong point, Unseener Containers is a totally Made in Italy brand that at the last edition of the show proposed primary colours and simple lines, where anonymity and the No Logo trend become a manifesto that welcomes the personal universes as a silent and precious container.


JapanProxy presenta BAG’n’NOUN

La semplicità delle linee spesso dà vita a creazioni che portano in sé una mente molto razionale, potrebbe essere il caso della linea di zainetti BAG’n’NOUN presentata a WHITE e distribuita a livello europeo solo da JapanProxy. Design Giapponese che nella sua versione colorata sceglie dei pattern grafici, una ripetizione modulare crea varianti cromatiche che custodiscono il proprio mondo portatile sotto vivaci cromie.

Morethanlove

JapanProxy presents BAG’n’NOUN
Simple lines often give life to creations featuring a very rational mind, this could be the case of the backpacks collection BAG’n’NOUN presented at WHITE and distributed throughout Europe only by JapanProxy. Japanese Design which in its colourful version opts for graphic patterns, a modular repetition creates chromatic variants that guard their portable universe with bright colours.



Cecchi De Rossi . Natural born luxury


Le linee sono un pò retrò, con rimandi alle forme semplici dal sapore di ricerca di una profonda tradizione italiana, così come la realizzazione manuale della tintura con procedimenti artigianali che vedono il vino protagonista di cromie naturali. La collezione presentata a WHITE di gennaio da Cecchi De Rossi è certamente frutto di uno studio approfondito su ciò che vuole sostare nella vita di una persona per molto tempo, divenendo parte essenziale del suo viaggio. Molti accessori assumono con gli anni l’usura e la personalità di chi le possiede, la collezione presentata ha portato all’ultimo salone una miriade di toni caldi e ricchi di piccoli dettagli che danno un’idea chiara dell’anima del marchio, onesto nel suo essere e dalla forte personalità.

Morethanlove

Tommaso Cecchi De Rossi . Natural born luxury
Lines are a bit retro, with references to simple shapes with a research taste of well-rooted Italian tradition, as well as the manual creation of the dyeing through artisanal procedures which put wine in the spotlight of natural tones. The collection presented at WHITE by Tommaso Cecchi De Rossi is the result of a in-depth study on what shall stop in the life of a person for a long time, thus becoming essential part of his/her journey. Over the years, many accessories get the wear and the personality of the person to whom they belong to, the collection presented has taken to the last show a myriad of warm tones, full of small details which give a clear idea of the mood of the brand, with a honest being and personality.



Crash Baggage . Viaggiare non è mai stato così sicuro

Immaginate di avere la vostra valigia rigida piena di ammaccature, al ritorno da un viaggio che magari ha fatto già tanti scali e voi siete esausti, non male come proiezione vero? Da oggi c’è una linea di valigie veramente particolare che risolve il problema, le ammaccature in Crash Baggage diventano delle opere astratte in cui botti ad hoc sono stati inferti per creare una sorta di roccia su rotelle, più che una linea di valigie a me sembrano delle piccole sculture, dei “non finiti” di Michelangelo  o Medardo Rosso sarebbe un pò troppo chiaramente, ma l’idea è certamente originale così come le cromie della prossima collezione.

Morethanlove

Crash Baggage . Travelling has never been that safe
Suppose your rigid suitcase is covered with bruises, while you are coming back from a long flight with many stops and you are worn-out…. As from today, there’s a very peculiar line of suitcases to solve this problem called Crash Baggage, bruises become abstract works of art as they have been inferred to create a sort of  stone with small wheels. Rather than a collection of suitcases, they seem small sculptures to me, “unfinished” works by Michelangelo or Medardo Rosso would be clearly too much, but this is a clever idea, like the colours of the next collection.



Majo . Un bauletto in vimini cattura spazio

Ovviamente opere artigianali realizzate in Italia, Majo fa riferimento ad una tradizione acquisita nel tempo dalla designer Carla Coppari. Presentate all’ultima edizione di WHITE, le proposte per la prossima primavera estate vantano una scelta di materiali che definiscono nuove forme combinando volumi morbidi a rigidi intrecci. Un bauletto à porter in vimini e pelle dai toni della terra per degli outfit Bon ton da sfoggiare con stile in un sofisticato 2013.

Morethanlove

Majo . A wicker travelling case to save space
Of course, they are artisanal works made in Italy, Majo refers to a tradition acquired through time by designer Carla Coppari. Presented at the last edition of WHITE, the proposals for the upcoming spring-summer season can boast a selection of materials which define new shapes changing soft volumes with stiff weaves. A wicker and leather travelling case à porter with earth tones for bon ton outfits to be flaunted with style in a sophisticated 2013.



Essent’ial . Il non finito che arreda

Chi frequenta WHITE, conosce bene il marchio essent’ial, azienda completamente Made in Italy che propone una linea di accessori per la casa sempre molto originali. Buona parte delle sedute in carta riciclata avvistate al salone sono difatti create dal marchio che ha al suo attivo diverse collaborazioni con aziende nazionali. L’ultima proposta vede delle varianti cromatiche con gocce di inchiostro bidimensionale che percorrono la superficie dei contenitori. La carta “contiene la carta”, prodotti molto plasmabili, in una sorta di non finito creativo.

Morethanlove

Essent’ial . When non-finite can furnish
Those who are used to attend WHITE well know the brand essent’ial, a 100% Made in Italy company which proposes a line of home accessories, always very original. A good part of the seats made of recycled paper seen at the show are actually manufactured by the brand, that can boast many collaborations with Italian companies. The latest proposal is about some colour variants with bi-dimensional ink drops that run over the surface of cases. Paper “contains paper “, very malleable products in a kind of creative non-finite.


 


Antik Batik . Contrasti materici e contaminazioni multirazziali

Antik Batik è un marchio che differisce molto dallo stile di molti altri brand presentati a WHITE, di certo diverso dal contemporary più sperimentale presente nell’area Basement, ma con uno stile così forte nel suo linguaggio formale che lo rende immediatamente riconoscibile. Intrecci cromatici si diffondono in tutte le creazioni, in un prato invisibile di toni ed inserti che trasmettono la filosofia aziendale al primo sguardo. Nato dai viaggi della designer italiana, ma con sede in Francia, la semplicità elegante che contrasta con una certa leziosità, lo porta ad essere un marchio che riscalda con i suoi contrasti materici e le contaminazioni di geometrie multirazziali.
Antik Batik. Contrasts of matter and multi-racial contaminations
Unlike the others brands presented at WHITE, Antik Batik differs from the most experimental contemporary style showcased at the Basement area, but with such a strong style in its formal language that makes it immediately recognisable. Chromatic blends spread throughout all the creations, over an invisible meadow of tones and inserts that convey the company philosophy at first sight. Born of the travels of the Italian designer, based in France, the elegant simplicity is in contrast with a certain affectedness, making it a brand that warms with its contrasts of matters and the contaminations of multi-racial geometries.


WHITE Details . Costruzioni modulari per tasselli di stile

Da adolescente non comprendevo appieno lo studio della matematica, da sempre se non visualizzo non riesco a capire, i numeri astratti per me non avevano nessuna “funzione”. Molte persone devono impegnarsi maggiormente per capire geometria o altre scienze rispetto ad altre, ma se dimostrano uno spiccato interesse per la moda, questo post farebbe al caso loro. Qualsiasi forma naturale o algebrica può essere applicata a figure artistiche, dalla sezione aurea dei quadri ai frattali presenti in molte texture delle stampe attualmente in voga, ripetizioni modulari di piccoli triangoli possono dar vita a creazioni dal risultato inaspettato.

WHITE Details . Modular structures for plugs of style
When I was a teenager I could not fully understand mathematics, if I can’t visualize, I will not understand; for me, abstract numbers did not have any “function”. Some people have to devote themselves more than others to understand geometry or other sciences rather than other disciplines, but if they show a clear interest for fashion, this post fits them. Any natural or algebraic form can be applied to artistic figures, from the golden section of paintings to the fractals of many textures of the printings which are now in fashion, modular repetitions of small triangles can give life to creations with an unexpected outcome. 




Masquemas . Dalla Puglia lo stile navy da amare

Li avevamo notati tempo fa, quando per la prima volta avevano esposto una bellissima collezione navy a WHITE. Masquemas si riconferma autentico talento nel seguito di quello che era già un grande segnale di gusto e capacità stilistica. La collezione ha mutato qualche dettaglio, diventando sempre più cool nelle forme che, attraverso rimandi delicati, afferma il dna libero e sportivo con eleganza ed una forte identità.

Morethanlove

Masquemas. From the Apulia region, navy style to love

We noticed them some time ago, when for the first time they presented a wonderful navy style collection at WHITE. Masquemas is confirmed again an authentic talent in its great sense of taste and stylistic skills. The collection has changed some details, featuring cooler lines, through delicate references it confirms the free and sporty DNA with elegance and a strong identity.



 


MUESLII . L’imbottito apre le porte al jeans

Ludovico Annoni è la mano dietro la collezione Mueslii presentata all’ultimo salone, oltre ad avere una gamma molto interessante di cromie, lo zaino ha una grande personalità stilistica. Fortemente iconico nell’essere imbottito, il modello proposto ha però lasciato spazio anche a delle varianti di cartelle e borse a mano dagli accostamenti con tessuti decisamente innovativi. Una cartella in jeans, toglierà completamente l’austerità di alcune borse da computer/lavoro, troppo impettite e rigide.

Morethanlove

MUESLII. When padding meets jeans
Ludovico Annoni is the creative hand of the Mueslii collection, presented at the last edition of the show; beyond having a very interesting range of colours, the backpack has a great stylistic character. Its padding gives it a deep iconic touch, but the model proposed has also made room to variants of schoolbags and handbags featuring innovative combinations. A denim schoolbag will completely remove the strict character of some laptop/work bags, too straight and stiff.


 

 

 


Fondo 9 . Ecosostenibilità all’aroma di caffé

In un mondo che pian piano sta sviluppando una coscenza universale, anche gli accessori cominciano a fare un percorso ecosostenibile legato alla moda. Fondo 9 è un progetto che riprende come materia prima sacchi di juta brasiliana, utilizzati per il trasporto del caffé in Brasile, trasformandola in borse ed accessori che dell’utilizzo primario riprendono la funzione. Non saranno più chicci ma foulard, trucchi, ipad e smartphone ad essere trasportati da una parte all’altra, con diversi benefit tra cui il rispetto per l’ambiente sempre più alto, una coraggiosa scelta di riadattare materiali di recupero e pelli con concie vegetali su accessori molto interessanti dal punto di vista stilistico.

Morethanlove

Fondo 9 . Eco-sustainability is fragrant with coffee
In a world that is slowly developing a universal awareness, also accessories start an eco-friendly path linked to fashion. Project Fondo 9 makes use of Brazilian jute bags as a raw material, used to transport coffee in Brazil, transforming it into bags and accessories that take up the function of its primary use. Grains will be replaced by scarves, make up, iPads and smart phones that will be carried with many pros, among which respect for the environment, that’s a bold choice to readapt recycled materials and leathers with vegetal tanning and accessories, with an interesting content of style.



Zaino . Multiforma di nascita

Zaino nasce dall’incontro di un gruppo di amici appassionati del mondo tessile con lo scopo di creare un capo di abbigliamento partendo dalla lana ma che mantenga la praticità e la termicità di un giubbotto, grazie all’interno in Thermore. Oltre ad essere molto cool, Zaino è prezioso per materia prima, manifattura e cura dei particolari, in patch di tweed, lane cardate e cuoio, da usare e riusare. In queste ultime proposte le chiusure, i dettagli sono curati nel minimo dettaglio sia nella fattura che nella ricerca materica, le pelli contrastano con il jeans creando un unico linguaggio che definisce interessanti soluzioni di stile.

Morethanlove

Zaino . Multiform by birth
Zaino comes out from the meeting of a group of friends sharing a passion for the textile world, aiming at creating a piece of clothing starting from wool, and yet keeping the practical and thermal properties of a jacket, thanks to the inner side made of Thermore. Beyond being very cool, Zaino is precious for its raw material, manufacturing and care for details made of tweed patch, carded wools and leather, for infinite uses. In the latest proposals here a lot of attention is paid to fastenings and details both for their manufacture and material research, leathers are in contrast with jeans thus creating a unique language that defines interesting solutions of style.


 


Bagigia . Il calore à porter

Siamo abituati a vedere questo accessorio per lo più in casa della nonna, quando nei freddi inverni diventava un compagno indispensabile per gli sbalzi di temperatura notturna. L’abbiamo avvistato a WHITE nei nostri giri di cool hunting degli scorsi anni, adesso lo troviamo in diverse edizioni presentato con la nonchalance di chi distingue una personalità forte di un oggetto iconico. Bagigia è una borsa con spazi ben pensati per vari accessori high-tech, nonostante lo spazio possa sembrare ridotto, è ottimizzato al massimo per essere riempito del necessario, penna, iphone o blackberry, portamonete, serve altro?

Morethanlove

Bagigia. Heat-à-porter
We’re used to seeing this accessory mostly in grandmother’s house when it used to become an indispensable companion in cold winters for the night temperature changes. We have seen it in our WHITE cool hunting rounds during past years and now it is presented in different editions with the nonchalance of someone who recognizes a strong personality of an iconic object. Bagigia bag is well designed with spaces for various high-tech accessories, although the space may seem small it is optimized for a maximum of the need to be filled, pen, iphone or blackberry, wallet, need anything else?

 


Masquemas . Il vento e il mare in borsa

 

Questo post è perfetto per oggi, giusto ieri sono tornata da un break a Noli in Liguria per visitare uno dei borghi più belli d’Italia. Ma altri borghi sicuramente interessanti sono quelli vicini alla sede che produce il marchio di accessori Masquemas, nato per i viaggiatori di tutto il mondo, ma con base a Barletta. Masquemas è un marchio che sorge dall’amore che i designers hanno nei confronti del mare e della natura, una collezione creata per sostenere e facilitare gli spostamenti dei viandanti metropolitani che amano passare del tempo a contatto con il mare. Le borse sono pensate con nuove forme che rispondono alle necessità tipiche di chi va in barca o in vacanza e porta con sé parte del proprio mondo, utilizzano pellami pregiati, vele riciclate e accessori nautici inossidabili per le metallerie. Una vacanza all’insegna della libertà di movimento e della classe, che anche se c’è, non guasta mai.

Morethanlove

Masquemas . Wind and sea in a bag
This is the perfect post for today, yesterday I was just back from a break in Noli in Liguria to visi one of the most charming villages in Italy. Of course, other interesting villages are to be found close to the headquarter of the company that manufactures the accessories brand Masquemas, created for travellers from all around the world, located in Barletta. Masquemas brand rises from the love of its designers for sea and nature, a collection conceived to support and favour transfers of metropolitan wayfarers who love to spend some time in contact with the sea. ThBags are conceived with new shapes to meet the typical needs of those who travel by boat and carry with them a part of their world, making use of reined leathers, recycled sails, and stainless nautical accessories for metal elements. A holiday characterized by freedom of movement and class  – this one is always all right.

 

 


MUESLII NEWZEALAND . Un arcobaleno sulle spalle, morbido come una trapunta

Negli ultimi anni è tornato alla ribalta il trapuntato e a quanto pare Muesli New Zealand ci ha creduto profondamente, creando degli zainetti imbottiti che fanno venire voglia di abbracciarli più che di portarli in spalla . Un’esplosione di colori, forse il nome deriva proprio dal miscuglio di diversi elementi che assieme formano un prodotto estremamente vivace e che non fa mistero dell’umore di chi lo indossa. Siete un pò sottotono? Allora comprate gli zaini nei toni caldi degli aranci o dei rossi che vi scalderanno, oppure un verde o un azzurro per quietare le anime dei viaggiatori senza meta, che di tanto in tanto necessitano di una siesta.

Morethanlove

MUESLII NEWZEALAND. Rainbow on your shoulders, soft like a quilt
In the last few years, the quilt style has come up again as far as we know Muesli New Zealand has counted on this and has created padded backpacks that make you want to hug them rather than wearing them. An outburst of colours, perhaps the name derives from the mix of different elements that together create a very lively product that does not make a mystery of the mood of the person wearing it. Do you feel a bit below par? Then get a backpack in the warm tones of orange and red to warm you, or green or azure to soothe the souls of the aimless travellers, who need a rest from time to time.

 

 


Zilla . O la borsa o la fibra?


Sto attraversando uno degli stand di White, ma di colpo vedo un groviglio di borse e pochette realizzate con delle spugne che sembrano naturali. L’impatto è molto forte perché tutto ci si aspetta in un salone di moda, tranne che vedere questo materiale utilizzato in aree diverse da quella del benessere, invece no, qui le spugne acriliche diventano con le loro texture traforate degli alveari appesi, incuriosendo non di poco i passanti. La designer è Sylvia Pichler, creatrice del marchio Zilla e architetto che fa della sperimentazione materica il suo punto di forza. Le varie collezioni sono infatti costruite con fibre che non ci si aspetterebbe di vedere sotto questo utilizzo nella pelletteria (mai termine più improprio in questo caso a parte il daino), utilizzando sugheri e spugne artificiali, per poi passare ad alluminio e arrivare addirittura a filtri per l’aria. Alcune forme possono apparire insolite, ma trovo interessante la scelta  di fibre e materiali che pur determinando vincoli di forma, presentano novità inconsuete.

Morethanlove

Zilla . Bag or Fibre?
I’m passing through one of the booths at White and suddenly I see a tangle of bags and pochettes made of sponges with a natural look. The impact is very strong because you can expect everything from a fashion show, except finding this material applied to sectors not related with wellness. Here acrylic sponges become hanging beehives, with their perforated textures, deeply intriguing the visitors. The designer, Sylvia Pichler, is the creator of the brand Zilla and an architect, her strong point is material experimentation. In fact the collections are made of unexpected fibres in the field of leather goods (inappropriate term in this case, except for the doeskin), making use of corks and artificial sponges passing to aluminium to air filters. Some shapes can be unusual, but I like the selection of new and yet binding – in terms of shape – fibres and materials.

 


Polaroid di seta attorno al collo

Philippe Roucou è uno stilista francese che ha nel suo stile diverse contaminazioni di design. Lo si può notare nelle sue collezioni che hanno una varietà di soluzioni con intervalli imponenti tra una e l’altra. Pelle di serpente sfumata, Pied de poule e cavallino, la libertà di scelta per il capo più affine al proprio gusto è varia. La mia preferita è la borsetta viola con la tracolla in metallo, ma anche il Pied de poule ricavato a contrasto con la pelle è una soluzione molto interessante. Oltre alla collezione di borse Philippe ha realizzato dei foulard con l’artista M. Chérie, le stampe sono caratterizzate da vecchie polaroid perse e ritrovate dai designers e poi riutilizzate come stampe per ridare vita a parti di passato ormai dimenticate.

Morethanlove

A silky Polaroid picture around your neck
Philippe Roucou is a French designer whose style features different contaminations of style. It is evident in his collections, offering a wide range of solutions with remarkable intervals. Shaded snakeskin, hound’s tooth check and pony-skin, a variety of choices for the piece that best fits our taste. My favourite one is the violet little bag with the metal shoulder belt, and also the hound’s tooth check with contrasting leather is a charming proposal. Besides the bags collection, Philippe has created some scarves with the artist M. Chérie where printings feature old Polaroid pictures, lost and found by designers and then used as printings to revive forgotten moments of the past.

 

 


Le Sac Sportif . Un pit stop di moda

Un prodotto completamente made in Italy, questo è quello che il brand Le Sac Sportif ha presentato a White, due collezioni di borse per uomo con due filosofie ben precise atte ad accentuare la comodità e funzionalità di una borsa da lavoro, viaggio e tempo libero. Una collezione è realizzata con pelle di canguro, una pelle che rende le varie borse estremamente leggere; l’altra collezione invece è più hi-tech con l’introduzione di microfibra e metallerie a gancio rapido, un rimando alle chiusure utilizzate nelle vetture da corsa per ridurre il tempo di sosta ai box. Le forme sono molto lineari ed eleganti e consentono all’accessorio di diventare un ottimo compagni di viaggio e di stile.

Morethanlove

Le Sac Sportif. A fashion pit stop
A produc that is 100% made in Italy, this is what Le Sac Sportif presented at White; two collections of bags for man with two defined philosophies aimed at enhancing the comfort and functionality of a bag perfect for work, travel, free time. One collection is made of kangaroo leather, thanks to which the bags are so light; while the other collection features a more hi-tech style, with the introduction of microfiber and quick-fastening metal applications, to recall those used for racing cars to reduce pit stop times. Linear and elegant shapes allow the accessory to become the perfect friend for travelling and being stylish.

 

 


Una linea nata sotto il segno dei pesci

Una collezione che non manca certo di autenticità, il marchio Campomaggi ha in sé esperienza e passione oltre ad una profonda verve poetica e dai saldi principi che la nutrono alla base. Lo stilista Marco Campomaggi infatti, porta avanti la sua collezione attingendo dagli stimoli visivi e di insegnamento lasciati dal padre scultore. Crea quindi una collezione che da subito si concentra sulle tecniche di realizzazione dove la matericità è chiave fondamentale per la creazione di prodotti unici. Marco studia dei processi speciali che conferiscono la sensazione di invecchiamento delle pelli, materiali finemente scelti che con il tempo acquistano morbidezza nell’uso.

Morethanlove

A line born under the sign of Pisces

This collection does not lack authenticity – the brand Campomaggi is made of experience and passion as well a deep poetic verve and sound principles to feed it. Designer Marco Campomaggi actually carries out his collection profiting from visual and teaching spurs left by his father, who was a sculptor. His collection immediately focuses on realization techniques, where consistency is the key for the creation of unique pieces. Marco studies special processes that confer ageing to leathers, materials carefully selected that acquire softness through the time.

 


Bothos . Cartoline di nuove avventure

 


Una collezione adatta ad un viaggiatore con molto gusto, Bothos presenta un lifestyle che definisce un mood attraverso l’eccellente cura dei dettagli e dei materiali utilizzati. Lo stile è certamente molto chiaro, grandi zaini che rimandano a safari nelle savane, le pelli incorniciano e fissano tessuti dai toni naturali, creando ampi spazi in cui custodire i propri oggetti e collezionarne di nuovi. Le cromie ricordano la terra rossa del deserto, uno stile che si fonde con il posto, che suggerisce la voglia di viaggio anche se con breve tragitto.

Morethanlove

Bothos. Postcards of new adventures
This collection suits a traveller with good taste. Bothos’ lifestyle defines a mood through the excellent care for details and materials used. The style is clear, big rucksacks recalling savannah safaris, leathers framing and fixing fabrics with natural tones thus creating wide spaces to guard one’s own objects and collect new ones. The tones recall the red sand of the desert, style blends with the place which makes you want to leave for a journey, even a brief one.


Corsia . Una collezione che ha già fatto molta strada


Presente a White di Febbraio, Corsia ha presentato una collezione di borse nata dall’esperienza del designer Luciano Fusco. Lo stilista trasmette nelle sue collezioni ciò che ha assorbito durante la sua eclettica carriera nel campo della moda. Gli accessori sono realizzati in pelle, Made in Italy ovviamente con metallerie molto ricercate, nel dettaglio delle chiusure e dei manici si ritrova parte dell’ opera di ricerca portata avanti dal marchio. Sono molto interessanti i trattamenti della pelle che tendono ad invecchiarla per dare la sensazione di vissuto, le forme sono morbide e attraverso le cuciture vengono create delle striature che conferiscono matericità e volumi a forme pulite ed essenziali. Una sorta di greca attraversa una borsa sacco come continuazione visiva che vien fuori e si nasconde. Un marchio giovane, ma con una personalità ben definita.

Morethanlove

Corsia. A collection that has already pushed its way through
At the February edition of White, Corsia presented a collection of leather bags coming from the experience of the designer Luciano Fusco, who is able to convey to his collections the notions absorbed during his eclectic career in fashion. The accessories are made of leather, Made in Italy, with very refined small metal parts. The handles and the fastening details denote the experimentation carried out by the brand. The leather treatments are very interesting, they tend to age it to give the idea of a well-worn look, shapes are soft and seams on the leather create some stripes which confer volume to neat and essential lines. A sort of Greek frets goes across a sack bag as a visual continuation which appears and then disappears. A young brand, with a defined character.


Roberto Ugolini . Una tradizione italiana con l’accento toscano


È un classico trovare a White marchi che siano nati da botteghe artigiane e che ancora mantengano il metodo di lavorazione che li ha contraddistinti durante i vari anni. Roberto Ugolini è un marchio toscano con base nel cuore di Firenze che ancora oggi realizza le sue collezioni con un processo interamente manuale e chiaramente tutto made in Italy. Una collezione solo maschile con una ricerca di materiale accurata e prestigiosa, tra l’altro non potrebbe essere altrimenti vista la volontà aziendale di continuare a realizzare tutto il processo creativo in maniera artigianale, seguendone così i vari passaggi nel dettaglio. Distribuito anche all’estero il marchio fiorentino ha un pubblico eterogeneo che vede feedback molto positivi da paesi come il Giappone e l’America.

Morethanlove

Italian tradition in a Tuscan tone
At White, we are used to find brands that were born in craftsman’s shops and that still keep the working methods which have been distinguishing them over the years. Roberto Ugolini is a Tuscan brand, based in the heart of Florence, whose collections are still manufactured through an entirely handmade and made in Italy process. A men’s collection with a refined and prestigious research for materials – it couldn’t be otherwise given the company intention to keep the craft aspect of the creative process, thus following the different steps in detail. The Florentine brand, distributed also abroad, has an heterogeneous public with positive feedbacks from Countries like Japan and the U.S.


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO