Change your head | Wear an hat

Bettina . La forma parte da intrecci naturali

Bettina è un noto marchio di cappelli che ormai sceglie WHITE da molti anni, potremmo tranquillamente affermare che sia WHITE ad essere privilegiato dalla presenza delle sue magnifiche creazioni. Di seguito solo alcune delle stupefacenti proposte in cui trame di diverse forme si uniscono per dare vita a linguaggi nuovi su dei classici dallo stile immutato.

Morethanlove

Bettina . Shape starts from natural twines

Bettina is a famous brand of hats that has been exhibited at WHITE for several years, we could easily say that WHITE enjoys the privilege of presenting its great creations. Below are just a few of the astonishing proposals featuring different textures that merge to create new languages on classic styles with an unchanged style.




Alessandra Zanaria . La creatività a fior di capo

Prismi metallici con matellerie brillanti e pelli a contrasto su panama e materiali naturali, la collezione di Alessandra Zanaria ha regalato all’ultimo salone una carrellata di copricapi molto sofisticati seppur dalle linee semplici. La scelta degli accostamenti ha reso questi cappelli un must have di tutto rispetto per la stagione 2014.

Morethanlove

Alessandra Zanaria . Creativity under the hat
Metal prisms with sparkling metal parts and leather in contrast on panama hats and natural materials: at the last edition of the show, Alessandra Zanaria’s collection has presented a huge selection of very sophisticated hats, yet featuring simple lines. The choice of matching has made these hats a must-have for the 2014 season.



Ilariusss . L’eleganza parte dall’alto

Ilariusss ha presentato una collezione che va oltre la ricerca e l’eleganza, si posiziona difatti più vicino alla raffinatezza. I copricapi in raffia naturale più classici o con tinture ed inserti, hanno in comune un linguaggio orientato verso un luxury à porter, una caratterizzazione semplice con pochi accessori che abbinato ad un kaftano o lunghe vesti possono coronare un look semplice e ricercato.

Morethanlove

Ilariusss . Elegance from the top
The collection presented by Ilariusss goes beyond research and elegance, it is actually closer to refinement. The hats made of natural raffia proposed in more classical models or featuring colours and inserts, share the same language which is oriented towards “luxury à porter”, an easy characterization with a few accessories which, matched to a caftan or long dresses can complete a simple and refined look.



Borsalino . C’è chi parte già in testa

Entrare nello spazio Borsalino a WHITE è come immergersi in un angolo di stile in cui c’è posto sia per l’eleganza che per una creatività senza limiti. È facile trovare forme classiche, ma rivistate con decorazioni che rendono il cappello una base su cui esprimere idee tra le più impensabili. Sono servite ben 22 le ore di lavorazione per realizzare il ricamo che decora il cappello HAND-SOME, una capsule collection creata dall’artista contemporanea Anila Rubiku in cui delle mani vengono riprodotte sul copricapo per rappresentare la gestualità che occorre per maneggiare un cappello. Molto interessanti anche i cappelli che riproducono le tracce dei cartamodelli e i segni di gesso utilizzati per evidenziare le forme e i tagli dei cappelli.

Morethanlove

Borsalino . There’s someone who starts from the top already
Stepping into Borsalino’ space at WHITE is like being plunged into a spot of style where there’s room both for elegance and for limitless creativity. It is easy to find classic lines, yet given a new interpretation with decorations that make the hat a basis for the expression of the most unconceivable ideas. 22 hours of working were necessary to realize the embroidery of the HAND-SOME hat, a capsule collection created by the contemporary artist Anila Rubiku where some hands are reproduced on the hat to represent the gestural expressiveness required to handle a hat. The models that reproduce the schemes of paper patterns and the chalk signs used to highlight lines and cutting of hats are very interesting as well.



Marzi-Firenze . Quando il copricapo diventa un’arte

Rosanna Bargioni riprende nelle collezioni del marchio Marzi-Firenze, l’antica tradizione della famiglia toscana che sin dai primi anni del ‘900 porta avanti con la stessa qualità e passione la creazione di magnifiche collezioni di cappelli. Alcuni materiali originali sono ancora custoditi nei loro magazzini e l’eleganza della tecnica acquisita in Francia dal capostipite della famiglia, pervade l’intero stile delle creazioni. Venduti nei migliori negozi a livello internazionale, qui di seguito i miei preferiti della prossima collezione invernale, forme semplici, ma con dettagli che definiscono uno stile unico per donne dalla spiccata personalità.

Morethanlove

Marzi-Firenze. When hat becomes art
In the collections of brand Marzi-Firenze, Rosanna Bargioni takes up the ancient tradition of the Tuscan family that since the beginning of the twentieth century has been carrying on the creation of splendid hats collections with the same quality and passion. Some original materials are still kept in their storehouses and the elegance of the technique acquired in France by the founder of the family pervades the whole style of the creations. Available at the best shops at International level, below are my favourite ones for the upcoming winter collection, simple lines featuring details that define a unique style for women with a strong personality.


 


Krisztina Reisini . Il mare in testa

Capri, Ibiza, Saint Tropez, non ho voglia di mare tutto ad un tratto (anche se la cosa non mi dispiacerebbe affatto) ho solo guardato la collezione del marchio Kreisicouture, con dei nomi così, sfido chiunque a non essere influenzato nel proprio immaginario a rimandi di relax, di tranquillità. Le forme sono costruite con la tecnica moulage, ogni copricapo infatti nasce dalla visione della designer Krisztina Reisini e da tocco sapiente di mastri artigiani che ne definiscono tutti i particolari. Le forme sono morbide grazie ai materiali in maglina di paglia che consentono la creazione di ellissi di varie lunghezze, creando un vero mondo espressivo che personalizza ogni pezzo.

Morethanlove

Krisztina Reisini. The Sea on the Head
Capri, Ibiza, Saint Tropez, suddenly I’m not longing for the sea (although I would not mind it at all) I’ve just looked at the collection branded Kreisicouture: with names like those, I defy anyone not to be influenced in their imagination by references of relaxation and peace of mind. Shapes are built with themoulage technique, each hat was born from the vision of designer  Krisztina Reisini and from the skillful touch of master craftsmen defining all the details.The forms are soft thanks to materials like straw knit enabling the creation of ellipses of different lengths thus creating a truly expressive world that personalizes each piece.

 


Interpretare la panama in modo del tutto naturale

Abbiamo fotografato diversi cappelli, seppur molto simili, ci hanno dato dei feedback importanti su cosa piace ai nostri visitatori. La panama è stato un elemento costante dell’ultimo salone, tra colori lasciati al naturale e tinte dalle cromie molto eleganti, qui per voi una piccola parade di copricapi che traggono ispirazione da incontri di jazz e da più estive serate all’aperto. All’ombra di una palma brasiliana, a noi piace anche quando i classici nastri vengono sostituiti da perline colorate, per una sempre più libera interpretazione dello stile.

Morethanlove

A natural interpretation of Panama hat
We have photographed different hats, even if they were very similar, we got important feedbacks on what our visitors like. The Panama hat has been a constant element on the last edition of the show, amidst natural and very elegant tones, here is for you a brief parade of hats, inspired by jazz sessions and summer evenings. In the shade of a Brazilian palm, we also like when multicolour little pearls, for a free interpretation of style, replace the classical ribbons.

 

 


Borsalino | Una top ten di successo creata in testa

 

Tiny Musical hats è la collezione presentata da Borsalino per la prossima stagione invernale. Una serie di creazioni indiscutibilmente adorabili, dalle bombette che rimandano alla musica inglese dei beatles, ad una serie di cappelli che fanno capo al filone musicale più soul e jazz. La varietà qui è la parola magica che insieme all’originalità renderanno qualsiasi mise assolutamente folgorante. Ma se le arie classiche non sono previste in questa “hat playlist”, un ritorno agli anni ’20 risolleverà molti animi con un sol battito d’ali, ma solo se rigorosamente cucite in testa.

Morethanlove

Borsalino. A successful top ten

“Tiny Musical hats” is the collection presented by Borsalino for the upcoming winter season. A series of delightful creations, from bowler hats recalling the Beatles’ music to a series of hats linked to soul and jazz music. Variety here is the magic word that together with originality will make each outfit absolutely striking. But if classic style is not foreseen in this “hat playlist”, a return to the 1920s will cheer up with a wingbeat, only if wings are strictly sewn on the hat.

 


Anthony Peto . Il cappellaio fantastico

Qualche mese fa, ho rivisto con estremo piacere a White Anthony Peto, un marchio di cappelli francese che fa della ricerca e dello stile il suo motto vitale. Una collezione formidabile per chi voglia dare un tocco di originalità al proprio look, non si passerà senza alcun dubbio inosservati! Colbacchi russi realizzati in pelliccia dalla palette colori decisamente inconsueta, azzurri e scacchi colorati si alternano in un mondo che definisce da sé l’eccentrico stile dello stilista di origine londinese. La caratteristica essenziale sta nella grande capacità di associare materiali a forme diverse, spesso classiche, ma con una scelta di toni e di tessuti che stupisce ogni volta. Ovviamente ci sono anche le versioni più classiche che però nascondono sempre qualche linea sche svela l’estro personale dello stilista. Adoro lo scacco del Deerstalker alla sherlock Holmes ovviamente, sempre cose minimal per me (lol), grazie!

Morethanlove

Anthony Peto. The fantastic hatter
Some months ago, I was really pleased to see Anthony Peto back at White. This is a French brand of hats, which has made research and style a must in its work. A splendid collection for whoever wishes to give a touch of originality to the look, not to go unnoticed! Russian bearskins made of fur, proposed in unusual colours, azure and coloured checks alternated within a universe which defines the eccentric style of the London designer. The essential characteristic is the great ability of matching materials to different shapes, often classical ones, yet featuring unexpected colours and fabrics. Of course, more classical versions are also proposed, but they always hide a line which discloses the designer personal inspiration. I love the Deerstalker checks, Sherlock Holmes style, perfect for my simple tastes, thanks!

 


Il copricapo che ti cambia acconciatura

Se guardate la gamma di materiali utilizzati da Luca Della Lama per la creazione dei propri cappelli vi è lo scibile in tema di materie ecologiche e non solo. L’ultima collezione presentata a White Homme di Gennaio mi ha sorpreso moltissimo, è chiaro che la qualità sia elemento preponderante nelle collezioni del marchio, vista anche la storia che contraddistingue l’azienda, ma non mi aspettavo forme e linee così di ricerca che mi hanno lasciato piacevolmente sorpresa. Con estremo tempismo su ciò che è cool e di tendenza, il marchio propone infatti il trapuntato, qui rivisto con imbottitura in pile, che dalle prossime stagioni vedremo praticamente ovunque. I berretti hanno una linea molto pulita, realizzati con materiali di elevatissima qualità e con soluzioni originali quasi spiazzanti, una di qieste è il cappello con una base di pelliccia sul retro, come a voler suggerire un’acconciatura che diventa tutt’uno con il copricapo. Molto elevata anche la scelta dei materiali e delle cromie che di certo accenderanno le fredde sere invernali. Ci piace molto!

Morethanlove

Luca della Lama. A hat to change your hairstyle
If you have a look at the range of materials used by Luca Della Lama for the creation of his hats, the ecologic aspect – and not only – is evident. I was really astonished by the last collection presented at White Homme in January, quality clearly is the predominant element in the collections of this brand, also considering the company history, but I did not expect to find such experimental shapes and lines. With perfect timing on what is cool and trendy, the brand actually proposes the quilted style, here revisited by fleece padding, which we will see everywhere starting from the next seasons. The caps have a very neat line, they are made of top-notch materials and they feature original and almost surprising solutions; one of these is the hat with a fur basis on the back, as to recall a hairstyle which becomes one with the hat. The selection of materials and tones is also sublime, to warm up the cold winter evenings. We like it!


Federica Moretti . La designer con un pensiero fisso in testa

Federica Moretti è molto simpatica, giovane e piena di talento, non a caso è stata scelta da White per esporre l’ultima collezione nella mitica sezione INSIDE WHITE che ospita i brand più giovani ed emergenti. Conoscevo già il suo marchio e le sue collezioni, l’avevo già segnalato alle mie amate coolhunter per Design Catwalk, essendo una folle appassionata di cappelli e trovando nella sua creatività qualcosa di simile al mio modo di vedere la moda. Sono arrivata anche a sfogliare tutte le pagine del suo sito personale guardandomi tutte le sue collezioni dalle prime alle ultime realizzate, con una goduria visiva che non stentava minimamente a scemare. Una passerella di stili e di stile, Federica è una delle poche designer al momento che riescano a dare una risposta contemporanea con un eclettismo che mixa epoche e materiali tra i più diversificati tra loro in maniera molto coerente. Oltre ad avere al suo attivo collaborazioni importanti con nomi molto noti della moda italiana, Federica sembra essere adorata dalle riviste che continuano costantemente a pubblicare, nei vari editoriali, outfit che vedono sempre i suoi cappelli come elemento caratterizzante dei vari look. Cosa dire, amo alla follia le linee, le soluzioni che sceglie, i materiali, gli abbinamenti nei colori e sopratutto la personalità che conferisce ad ogni sua creazione, un talento a mio avviso in super ascesa.

Content editing: Morethanlove

Federica Moretti. The designer with a fixed idea
Federica is very nice, she’s young and very talented, by no coincidence she was chosen by White to display her latest collection within the INSIDE WHITE, the section of White dedicated to young and upcoming designers. I already knew her brand and her collections, I already recommended her to my dear cool hunters for Design Catwalk, given my deep passion for hats, I could find in her creativity something very similar to my vision of fashion. I even browsed into all the pages of her website, viewing all her collections, I was so enchanted. A runway of styles and style, at present Federica is one of the few designers who can give a contemporary answer, with eclecticism blending the most diversified ages and materials in a coherent way. Besides boasting cooperation with important names of the Italian fashion, it seems that Federica is loved by the magazines, and her hats are always part of the outfit published as a distinguishing element of the different looks. I’ madly in love with the lines, solutions, materials, colours matching and most of all I love the personality she confers to each one of her creations, I believe this talent is on the up and up.


Mühlbauer . Un marchio storico che fa tendenza

Quando un marchio di moda continua ad essere nel mercato dopo tanto tempo, riuscendo ad attraversare in maniera indenne i vari cambiamenti di mordernizzazione culturale e di sistema, ha ha dalla sua qualcosa in più del semplice successo creativo. Mühlbauer, presente a White con una collezione sofisticata e sperimentale, ha dimostrato nei suoi ultimi capi come anche un marchio che ha fatto la storia del cappello a livello internazionale si possa presentare con una veste del tutto contemporanea. Essendo una grande appassionata di cappelli non saprei cosa scegliere tra i vari proposti, amo le nastrature con diversi intrecci sulle classiche bombette che con questo piccolo particolare diventano un tocco perfetto anche per un outfit non estremamente caratterizzato, ma anche il cappuccio in pelliccia maculata che diventa indispensabile nelle fredde giornate invernali. Aggiungo un contributo video che illustra come venga preparato un cappello, favoloso.

Morethanlove

Mühlbauer. A historic brand that sets the trends
When a fashion brand has been on the market  for a long time, and has come out of the several cultural modernization and system changes unhurt, it conveys something more than the mere creative process. Mühlbauer, present at White with a sophisticated and experimental collection, shown by its latest creations as a brand that made history of hats worldwide, can propose itself in a contemporary key. Given my great passion for hats, I couldn’t choose among the pieces proposed: I love ribbons with different weavings on the classical bowlers, which this way become the perfect touch even for a “common” outfit, but also the spotted fur hood, essential during the cold winter days.
Here is a video to show how a hat is created, fabulous!


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO