Beauty village

WHITE GIUGNO . Tra orti botanici e chioschi con ninfee ed arpe


L’atmosfera a White June è stata tra le più eleganti di tutti i saloni che io ricordi, la moda si è fusa completamente con l’arte come a recuperare un passato di cui è memore, un modo di essere spazzato via  per adattarsi ad un’andatura troppo veloce e che adesso vuole rallentare nuovamente. Non a caso White ha fatto una scelta ben selezionata di marchi da esporre e sopratutto di eventi da lanciare: Massimo Alba in un giardino botanico in pieno centro a Milano trasforma gli spaventapasseri in modelli alternativi ignari del lusso che li travolge all’improvviso; Antonio Marras ricrea una Madonna delle Origini all’interno della sacrestia del Bramante, aperta per la prima volta ad un evento artistico con uno scorcio da perdere il fiato di Santa Maria delle Grazie; l’opera si completa con una mostra di Marsèll, genuino nella sua visione di una moda che esprime artigianalità e stile con coerenza, marchio che partecipa alla Tradizione il Valore e il Bello come la ciliegina sulla torta di una serie di manifestazioni di notevole livello. Un White che mi ha lasciato qualcosa in più, un salone più consapevole verso la direzione in cui dirigersi che come forse sapete, strizza l’occhio all’America!

Morethanlove

WHITE GIUGNO. Amidst botanical gardens and stalls with water lilies and harps
The atmosphere at White Giugno was one of the most elegant of all the past editions of White I can remember, fashion has completely blended with art as to recover the past, a way to be swept away to adapt to a too fast pace and that now intends to slow down again. It’s not a case if White has made an accurate selection of the brands to be exhibited and above all of the events to be launched: Massimo Alba in a botanical garden in the heart of Milan transforms scarecrows into alternative fashion models, unaware of the sudden luxury surrounding them; Antonio Marras recreates a Madonna of the Origins at the Bramante’ Sacristy, opened for the first time to an artistic event with a breath-taking view over Santa Maria delle Grazie; the work is completed by a show of Marsèll, naturally expressing his vision of fashion with craftsmanship and style. This brand is also participating in the show “Tradition, Value, Beauty” as the icing on the cake of a series of top-level events. This time White left me something more, it is more conscious of the direction it is going towards…as you know, giving the nod to America!


Un cupcake al profumo di rosa


C’è chi fa dei prodotti da bagno naturali e chi oltre a questo ci aggiunge così tanto stile e fantasia che non capisci più il confine tra il volerlo usare come prodotto beauty o volerlo divorare. Rose & Co. usa i migliori prodotti sul mercato, da essenze di rose e té verde a burro di karité e cacao, con annessi anche olio di mandorle e le migliori fragranze floreali. La cosa che mi ha colpito maggiormente di questo brand è il design in tutte le sue sfaccettature, dal contenitore al contenuto. Qui è stato sollecitato il mio lato da designer oltre che quello da content editor e perciò non posso fare a meno di lodare la meravigliosa veste grafica che insieme alla qualità intrinseca del prodotto fanno del brand, un “MUST HAVE” nei momenti di relax e beauty. A Milano si è ormai diffusa da tempo la moda newyorkese dei cupcake, lo scorso anno a New York mi sono abbuffata come pochi alla famosa Magnolia Bakery gironzolando con la scatola take away per il Village, mangiarli solo lì non mi era bastato; sono quindi letteralmente impazzita quando oltre alle classiche fragranze e prodotti di bellezza ho visto i piccoli cupcake da bagno che Caroline Rose, cuore dell’azienda ha proposto in miniatura. Provate a immaginare il vostro bagno con un vassoio colmo di dolcetti da odorare, sarebbe ideale per chi volesse mettersi a dieta, un dolce da mangiare con gli occhi, ma che non appesantisce la linea.

Morethanlove

A cupcake with a rosy scent

There are those who manufacture natural bath products and those who add such a style and fantasy that you do not understand if you want to use it as a beauty product or if you want to eat it up. Rose & Co. makes use of the best products on the market, with essences ranging from roses to green tea, from shea butter to cacao, adding also almond oil and the best floral fragrances. I was particularly struck by the many facets of their design, from packaging to content. My designer and content editor vein has been stimulated and I cannot but praise the wonderful graphic expression which together with the essential quality of the product makes the brand a MUST HAVE for relaxing and beauty moments. In Milan there’s the widespread trend of cupcakes, coming from New York; last year in New York I stuffed myself at the popular Magnolia Bakery, wandering about the Village with the take-away box, and it was not enough for me to have them just there; I literally went mad when, besides the classical fragrances and beauty products, I also saw the little bath cupcakes proposed in miniature by Caroline Rose, heart of the company. Try to imagine your bathroom with a tray full of fragrant sweets, they would be perfect for those who are on a diet, who can devour it with their eyes without putting on weight.


Questo rosso è un vero cupcake di Magnolia Bakery che ha consentito di raccogliere 16.000 dollari a favore della poplazione giapponese in difficoltà.

Mentre questi sono stati realizzati sempre da Magnolia per la Fashion’s Night out.


VMV . Questione di pelle

 

 

Così come la moda anche il il make up ha le sue tendenze, i suoi colori e sopratutto dei professionisti attenti alla preparazione dei prodotti. VMV Hyperallergenics è un marchio che nasce dalla particolare attenzione che viene data sia ai prodotti cosmeceutici pensati per garantire la maggiore compatibilità possibile con tutti i tipi di pelle. Capita sempre più spesso, in particolar modo negli ultimi anni che sorgano allergie mai avute, una mia amica per esempio compra sempre i suoi prodotti in farmacia a causa di una serie di intolleranze scatenatesi di recente, che la obbligano a prestare attenzione al processo di preparazione a cui vengono sottoposti i trucchi. VMV potrebbe quindi essere la soluzione giusta da provare visto che l’azienda  rispetta gli animali non utilizzandoli per i suoi test, ma segue degli iter di produzione accurati (patch test in vitro e in vivo su volontari), ed ha un canale molto attivo di confronto con la propria utenza che fa sì che l’azienda progredisca grazie anche ai feedback dei propri consumatori. La pagina di fb di VMV è quasi impostata come una rivista, i vari fan chiedono informazioni a cui segue quasi sempre una risposta coincisa e completa.

 

Morethanlove

VMV. Skin matters
Just like fashion, make-up is characterised by trends, colours and above all, by professionals who care for the products preparation. The VMV brand rises from the special attention paid to cosmeceutical products, which are conceived to grant maximum compatibility with all skin types. Created in 1979 (and still formulated + tested) by a widely-published, renowned dermatologist- dermatopathologist, VMV understands both the skin’s surface + its microscopic structure. Over the last few years, allergies often occur for the first time; a friend of mine for instance always buys her products at a pharmacy due to a series of intolerances recently appeared; for this reason she has to care for the preparation procedures of the products she uses. VMV could be the right solution, since the company does clinical tests, both in laboratories (in vitro) + on live human volunteers (invivo) never on animals, and it also has a very active channel toward its customers, so that it can make progresses also thanks to its users’ feedback. VMV facebook page is set as a magazine, the fans ask for information and they are almost always given a short and complete answer.


Bruno Acampora . I profumi di luoghi lontani à porter

Il metallo si sposa al sughero nella confezione proposta dal marchio di profumi Bruno Acampora a White. Nonostante abbia le sembianze di un packaging molto moderno, il contenitore usato vanta ormai una lunga storia, quasi trent’anni, scelto e mai cambiato per mantenere inalterate le caratteristiche delle varie fragranze. Sette Essenze contraddistinguono la gamma di profumi di Bruno Acampora, frutto dei viaggi vissuti da cui ogni volta è stato scelto un elemento caratteristico del posto che portato gelosamente in laboratorio, si è trasformato in un mondo olfattivo à porter. Per far sì che la forza delle fragranze sia presente in diverse ore della giornata, anche quelle di maggiore relax, è stata data vita ad una linea per la cura del corpo che le ripropone sotto nuove vesti, un body hair ed uno shampoo ne rafforzano il rimando agli oli base che con elementi purissimi inebriano e proteggono.

Morethanlove

Scents of faraway places à porter
Metal blends with cork in the pack proposed by the brand of perfumes Bruno Acampora at White. Despite it looks like a very modern packaging, it can boats a very long history – nearly 30 years. It was chosen and it was never changed to keep the fragrances characteristics unaltered. Seven Essences distinguish Bruno Acampora’s range of perfumes, as a result of his journeys: during each one of them, he chose an element typical of the place which was then taken to the laboratory to turn it into an olfactory world à porter. To make sure that the strength of the fragrances is present throughout the various moments of the day, even during the ones devoted to relax, a body care line was created to propose them under a renewed light, a body hair and a shampoo underline the reference to basics oils that inebriate and protect thanks to the purest elements.


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO