Beauty village

WHO’S THAT GIRL. Un classico reinventato

Lo style scozzese questa stagione torna nell’armadio e sulla passerella di White; il tartan dall’inconfondibile pattern è reinterpretato in chiave fashion e abbinato a black accessories.

Elisa

WHO’S THAT GIRL: A Reinvented Classic

This year the Scottish style is back, both on the catwalk and in the closet. The tartan and its unique pattern have been fashionably reinterpreted and matched with full-black accessories.


COQUILLETE PARIS. I profumi della passione

Un brand tutto al femminile, Coquillette Paris nasce dalla passione per l’alta profumeria. Una selezione di fragranze uniche e preziose, una linea piena di musica, poesia, note di viaggio e ricerca costante delle migliori materie prime. Esperienze, memorie, emozioni e sogni fanno da ispirazioni per le cinque esclusive fragranze: Herat; Sulmona; Moramanga; Sumatera; Tan-Tan.

Elisa

COQUILLETE PARIS. Scents of passion

Coquillette Paris: a total pour femmes brand, born of the passion for fine perfumery. This line full of music, poetry, and notes of past journeys, is characterized by unique and precious fragrances pursued thanks to the relentless quest for top raw-materials. Memories and experiences, but also dreams and emotions, this is what inspired the 5 exclusive fragrances: Herat; Sulmona; Moramanga; Sumatera; Tan-Tan.


 


WHO’S THAT GIRL. Pronta per nuove scoperte

Mix di colori sui toni del verde, del blu, del giallo e del viola si mescolano insieme tra stampe dal tocco arabesco e curve morbide. Accessori che completano il tutto ricordando una viaggiatrice in cerca di nuove scoperte e chissà che non ne abbia fatte di molto interessanti qui al WHITE.

Elisa

WHO’S THAT GIRL. Ready for new discoveries

A mix of colours playing with the tones of green, blue, yellow and violet mixing up amidst printings and featuring arabesque style and soft shapes. Accessories that complete the outfit evoking a woman travelling in the search of new discoveries and perhaps she has already found some interesting here at WHITE.


Alysonoldoni . Se il contenitore rimanda al contenuto

Da sempre le aziende che trattano cosmesi e beauty prestano molta attenzione alla parte del design delle loro creazioni. Se il profumo fa sognare, il suo contenitore parla molto della personalità delle fragranze e dei rimandi olfattivi proposti. Qui Alysonoldoni sceglie delle linee che seppur molto minimali e brillanti nei metalli lasciano trasparire i toni graziati dell’essenza.

Morethanlove

Alysonoldoni . When the case recalls the content
Cosmetics and beauty companies have always paid a lot of attention to the design of their creations. If a perfume gives space to imagination, its pack tells a lot about the personality of fragrances and of the olfactory references proposed. Here, Alysonoldoni chooses lines that despite their minimal traits and bright metals reveals the graceful tones of the essence.



White Hunting . Bikers sul white carpet

A White ci saranno presto novità su come arrivare, un’applicazione proveniente direttamente da New York sta per essere adottata anche dal salone milanese. Intanto però qualcuno decide di presentarsi su due ruote, bianca per l’occorrenza, direttamente all’interno facendo il check in all’ingresso. Chiaramente parliamo di un espositore di bici, solitamente meravigliose nei toni accesi, ma anche nella versione più coordinata al salone, decisamente interessante.

Morethanlove

White Hunting . Bikers on the white carpet
There will be soon new information regarding how to get at White, an application from New York is about to be adopted also by the Milan-based show. In the meanwhile, someone decides to reach the show by bike, a white one of course, directly inside the show with check-in at the entrance. We are talking about an exhibitor of wonderful bikes, usually featuring bright colours, but also presented in the version adapted to the show which is definitely interesting.



Closing day at WHITE Fashion Show

Last day to discover the amazingness of WHITE fashion show. Come and visit us, we’are open till 5 pm. Or follow the blog in the next days to discover the 2014 fashion proposals.

 


WHITE GRAND OPENING 21.22.23 September

One day left for our new Fashion Show, almost 400 hundreds fashion brands have chosen WHITE as a perfect stage for their new collections. Stay in touch with us and come to visit all our new talents.

A stylish window for contemporary fashion is ready to open its doors to international fashion journalists and buyers.

On these days all the fashion spots are over Milan.

 


You’ve been great! WHITE closing day


-1 to the brandnew edition of WHITE fashion show


WHITE OPENS ITS DOORS TO CONTEMPORARY INTERNATIONAL DESIGNERS


Blood Concept . Un A negativo che segue i trend

Dopo la presentazione fatta per il lancio nel negozio milanese Antonioli qualche salone fa, Blood Concept ha riconfermato la sua presenza a WHITE riportando la sua fantastica collezione fatta di sangue e stile. Di sangue in realtà non si parla se non nel concetto che dirige tutta la linea, dal packaging innovativo fino alle fragranze dal carattere forte e di essenze concentrate. Essere negativo in questo caso non ha una connotazione del tutto spiacevole visto che è solo una parte della collezione, ad ognuno il proprio segno che è caratterizzato anche da un tocco di ironia nell’invertire solo per la presentazione, il nome di alcuni contenuti.

The Blood Concept . Negative A to follow the trends
After the presentation made for the launch at the Milan-based Antonioli shop, a few editions ago, Blood Concept has confirmed again its presence at WHITE taking its wonderful collection made of blood and style. Well, blood just appears in the concept which is the common thread of the whole line, from the innovative packaging up to the fragrances with a strong character and concentrated essences. To be negative in this case dos not have such a regrettable connotation, as t only represents a part of the collection, each one has its own sign, distinguished also by a touch of irony in the inversion made for the presentation of the name of some contents.

Morethanlove


 

 


Buon Anno da WHITE Fashion Show

Happy New Year guys, thank you for following us. We really appreciate it!

Morethanlove

 


Last day with amazing fashion talents at WHITE Milan


White Hunting . Mattinieri al salone

Di seguito alcune foto di street hunting catturate all’interno del salone in orario di apertura. C’è chi decide di arrivare presto ed avere il tempo necessario per osservare i vari marchi esposti. Alcuni buyer intervistati all’ultima edizione, sono tornati anche nei giorni successivi al giorno di apertura per visionare alcune collezioni che non erano riusciti a vedere con attenzione. Parlando con alcuni di loro, oltre alla soddisfazione di aver visto nuove proposte e soluzioni interessanti, i buyer sono rimasti piacevolmente impressionati dall’atmosfera rilassata molto più simile ad uno showroom che a quella di un salone.

Morethanlove

White Hunting . Early risers at the show

Below are some street hunting pics taken at the show at the opening hours. There are those whi decide to arrive early  in the morning toh ave time for viewing the various brands presented. Some of the buyers interviewed  at the last edition was back also in the days following the opening day to view some collections they could not carefully look at in the previous days. Chatting with some of them, beyond their satisfaction for having found outstanding solutions and proposals they were amazed by the relaxed atmosphere  which mostly recalls that of a showroom rather than a show.



 


WHITE first day . The Show is on


WHITE 25 Giugno . Ultimo giorno per le anteprime internazionali

WHITE Giugno, edizione ricca di manifestazioni e designers, il salone in questi giorni ha dato vita a collaborazioni con boutique e designer di fama internazionale, mettendo in contatto i vari protagonisti in un processo di interazione e comunicazione. Oggi ultimo giorno per vedere le anteprime uomo/donna in una nuova formula pensata per snellire le presentazioni in un unico evento.

Morethanlove

WHITE 25 Giugno . Last day for international previews
WHITE Giugno, edition full of events and designers, these days the show has started off collaborations with international boutiques and designers, connecting the different protagonists within a process of interaction and communication.   Today is the last day to see men’s and women’s previews in a new concept to concentrate presentations on one only event.

 


WHITE EVENTS . Dal 23 al 25 Giugno negli spazi di via Tortona

Manca solo un giorno e ci siamo! WHITE Giugno domani apre negli spazi di Via Tortona con una selezione dei migliori marchi di collezioni sia uomo che donna. A dire il vero si parte già da stasera con la presentazione dello stilista Daniel Andresen nella prestigiosa boutique milanese DAAD Dantone alle 19.00. Domani un bicchiere di champagne per brindare dalle 10.30 alle 14.30 nello spazio del marchio Jo No Fui, seguito alle 12.00 da “The art of making” con il Lanificio F.LLI Cerruti e LANDINI. Se alle 18.00 avete voglia di musica il Dj set è nel garden con Serendeepity e la squadra Dazed&Confused/Another Man/Another Magazine. Alle 19.00 ci sposteremo invece sul terrazzo del The Gray Hotel per le note della dolcissima Dott Reed. Una giornata ricca di appuntamenti che non finiscono qui, alle 20.00 infatti c’è la presentazione del marchio Blood Concept +MA nella prestigiosa boutique di Antonioli e per finire poi la serata, solo su invito nell’evento “Chi cucina per chi?” organizzato da Boglioli nello Spaziomari&ncò. Delle giornate ricche di appuntamenti realizzati da WHITE. Domenica sarà il giorno di maggiore affluenza, WHITE ha organizzato un cocktail alle 12.30 con Drumohr e Care Label nel garden in cui poi alle 18.00 ci sarà un altro break con Sangria e Dj-set Serendeepity. Alle 7 tutti da DAAD Dantone per il secondo designer presentato dalla boutique, Isabel Benenato in via Santo Spirito 24/A. A presto!

 

Morethanlove

WHITE EVENTS . From 23 to 25 June at via Tortona spaces
It’s only a day to WHITE and then here we are! Tomorrow WHITE Giugno is opening up within the spaces of Via Tortona with a selection of the best brands of men and women collections. To tell the truth, it’s starting tonight already, with the presentation of designer Daniel Andresen at the prestigious boutique DAAD Dantone in Milan from 7.00 pm. Tomorrow a glass of champagne to celebrate, from 10.30 am to 02.30 pm at the space of the brand Jo No Fui, followed at 12.00 by “The art of making” with Lanificio Cerruti. If at 06.00 pm you are in the mood for music, the Dj set is in the garden with Serendeepity and Dazed&Confused/Another Man/Another Magazine team. At 07.00 pm we will move to The Gray Hotel terrace for the notes of sweet Dott Reed. A day filled with meetings, and it’s not all, in fact at 08.00 pm the presentation of the brand Blood Concept +MA at the elegant Antonioli boutique, to close with the event “Chi cucina per chi?” upon invitation only, staged by Boglioli within Spaziomari&ncò. Days full of meetings organised by WHITE. Sunday will record the highest number of people, WHITE has organized a cocktail at 12.30 with Drumohr and Care Label in the garden where, at 06.00 pm another break with Sangria and Dj-set Serendeepity will take place. At 7.00 everybody at DAAD Dantone for the second designer presented by the boutique, Isabel Benenato in via Santo Spirito 24/A. See you soon!

 


Last day to discover amazing brands!


WHITE is ready! And you?


KENLAND LINEN . La natura trasforma il corpo

Non si può dire che i designers Shuichi Onuma eYuko Onuma non amino il lino. Le loro collezioni sono interamente costruite con questa fantastica fibra composta quasi al 70% di pura cellulosa. In questo ultimo periodo mi attrae tutto ciò che è bio o ha delle relazioni con la natura. A volte capita di dare per scontati i materiali, dando sempre più spazio allo stile piuttosto che alla qualità. Ma c’è un’inversione di tendenza che A WHITE ovviamente è da sempre visibile, già nell’introduzione nella sezione CLASS di abiti e prodotti che rispettano la natura in tutti i processi di produzione. Al salone non si entra se non si ha una predisposizione per ciò che è alto e puro concetto progettuale misto ad amore dei tessuti e della materie prime coinvolte nel processo di creazione e realizzazione. Immaginate di copririvi di lino, di cotone e altre fibre vegetali pensando alla materia prima da cui derivano, si potrebbe essere avvolti da fasci di natura in cui KENLAND LINEN avrà sicuramente una voce fondamentale.

Morethanlove

KENLAND LINEN. Nature Transforms the Body
One can not say that designers Shuichi Onuma and Yuko Onuma do not like linen. Their collections are entirely made with this fantastic fiber composed of almost 70% of pure cellulose. In this last period I’m attracted by everything that is organic or has a relation with nature. Sometimes you take the materials for granted, giving more space to style rather than quality. But there is a turnaround in trend that has been always visible at WHITE , clearly through the introduction of clothing and products that respect nature in all processes of production, on show within the “CLASS” section. You do not have access to the exhibition unless you have a predisposition to what is high and pure design concept combined with love of fabrics and materials involved in the process of creation and development. Imagine covering yourself with linen, cotton and other vegetable fibers thinking of the raw material from which they derive; You could be wrapped in bundles of nature in which KENLAND LINEN would definitely have a key voice.



La cura della pelle dall’accento fiorentino

Sembra che la prima Farmacia risalga addirittura al 1561, quando lo speziale Domenico di Vincenzo di Domenico Brunetti si dilettava nella formulazione di galenici e prodotti per l’igiene della pelle. Da allora la farmacia ha mantenuto nello sviluppo dei prodotti, una qualità che è migliorata con il tempo, adattandosi alla tecnologia e al know how di nuovi esperti del settore. La FARMACIA SS. ANNUNZIATA è gestita ormai da generazioni dalla famiglia Azzerlini che ne cura tutto il processo di lavorazione dalla creazione alla distribuzione. Prodotti quindi per la cura e il benessere della pelle con alle spalle una storia centenaria in cui sono protagoniste anche delle monache benedettine; sembra che abbiano mantenuto la proprietà del marchio fino al XVIII secolo.

Morethanlove

The Skin Care with a Florentine AccentIt seems that the first Farmacia goes back even to 1561, when the apothecary Domenico di Vincenzo of Domenico Brunetti dabbled in the galenic products and skin care products formulation. Since then, the pharmacy has maintained in product development, a quality that has improved with time adapting to technology and know-how of new professionals. The FARMACIA SS. ANNUNZIATA has been managed for generations by the Azzerlini family who takes care of the whole production process, from creation to distribution. Products for the care and wellbeing of the skin with a centuries old history behind them, including some Benedictine nuns as protagonists; They seem to have retained ownership of the brand until the eighteenth century.


L’amore per i dettagli che viene dal Giappone

Yoshio Kubo nella sua ultima collezione autunno inverno 2011/12 ha sicuramente tratto spunto da costumi tradizionali di popoli diversi. In alcuni dei capi realizzati vedo infatti delle linee simili a capispalla e mantelle tipiche di viaggiatori e viandanti, qui presentati come nomadi metropolitani. È da un pò di tempo che nel guardare il curriculum vitae di un designer scopro la specializzaione non in fashion design, bensì in textile. Sarà un trend o una casualità, ma già alcuni nuovi talenti della Saint Martin di Londra hanno dimostrato innovazione di linee oltre che grande sperimentazione di linguaggi con in tasca un master in textile design. Una di queste Phoebe English, ormai pubblicata in tutte le riviste internazionali e ritenuta una nuova eroina da seguire. Yoshio ha conseguito la laurea alla Philadelphia University’s school of Textile & Science nel 2000 lavorando poi per quattro anni per il marchio di Haute couture Robert Danes. Qui di seguito alcuni scatti di altri outfit di collezioni 2011 che danno una panoramica dettagliata dell’eclettismo dello stilista.

Morethanlove

Love for details comes from Japan
In her last fall/winter 2011/12 collection, Yoshio Kubo has certainly been inspired by the traditional costumes of different people. In fact, some of the pieces created present lines similar to suiting and typical cloaks of travellers and wayfarers, here presented as metropolitan nomads. While viewing the résumé of a designer I recently discovered the specialization, which is not in fashion design, but in textile design. Whether it is a trend or a case, already some new talents from the Saint Martin in London have proven lines innovation as well as great languages experimentation, with a master’s degree in textile design. One of these is Phoebe English, already published on all the International magazines and considered a new heroine. Yoshio obtained a degree at the Philadelphia University’s school of Textile & Science in 2000, then she has worked for four years for the Haute couture brand Robert Danes. Below are some shots of other outfits of the 2011 collection, giving a detailed overview of the designer’s eclectic style.

 

 


Colori primari e tinte accese a grandi passi verso White

Anni fa avevo consigliato ad un’amica, in procinto di disegnare una nuova linea di accessori, di prendere le scarpe e le borse delle barbie ed immaginarle in misure umane fino a farle diventare dei veri e propri oggetti da indossare. La proposta le era apparsa un pò bizzarra, ma qualche decennio dopo, è stato divertente vedere alcune di queste intuizioni realizzate in giro. Ormai i polimeri si stanno sostituendo sempre più alla pelle, fioriscono collezioni che sfidano qualsiasi clima umido con soluzioni tra le più originali. Ne ha fatto un caposaldo Melissa coinvolgendo molti designers famosi, non solo fashion designers, ma anche product designers e architetti come Gaetano Pesce e Zaha Hadid. Qui di seguito alcuni pezzi presentati invece a White di Giugno da Herve Guyel Paris, marchio ripreso dal designer italiano Matteo Semprini che sfoggia colori accesi in forme semplici con una collezione di bracciali da amazzone moderna.

 

Morethanlove

Primary colours and bright tones, striding to White
A few years ago, I suggested a friend of mine who was about to design a new line of accessories to take Barbie’ shoes and bags and to give them human sizes, in order to create veritable pieces to be worn. The proposal seemed a bit peculiar to her, but a few decades later, it was funny to see some of these perceptions achieved. By now, polymers are increasingly replacing leather, there are plenty of collections facing any damp climate through the most varied solutions. This is Melissa’ strong point: she involved many popular designers, not only fashion designers, but also product designers and architects like Gaetano Pesce and Zaha Hadid. Below are some pieces presented at White in June by Herve Guyel Paris, a brand recovered by the Italian designer Matteo Semprini featuring bright colours and easy lines with a bracelets collection for a modern lady rider.

 

 

 


La bellezza ravvivata da una pianta in Marocco

Il nome della linea Les Arganies deriva da alcuni alberi presenti in Marocco, dalle cui mandorle vengono estratti degli oli utilizzati per millenni dalle donne berbere. Sembra che la sostanza prima sia ricchissima in vitamine e acidi grassi che a contatto con la pelle trasmettono un potere antiossidante tale da proteggere la cute. Sicuramente un prodotto da provare, almeno per testare la promessa fatta, anche perché già a giudicare il prodotto dal packaging, sembra che il marchio sia posizionato con un chiaro rispetto del gusto e della tradizione marocchina. Sono sempre più convinta che il ritorno alle sostanze naturali sia la chiave per tenersi in forma nel rispetto vero del corpo, la natura aiuta già molto se si è in grado di ascoltarla ed osservarla. Mia nonna del resto lo diceva sempre che sua madre curava tutto con olio, di oliva, non di Argan, lei vive al sud, ma non così tanto, ma soon sicura avrebbe molto apprezzato Les Arganies.

Morethanlove

Beauty is brightened up by a plant in Morocco
The name of the line Les Arganies derives from some Moroccan trees, whose almonds provide oils that have been used for thousands of years by the Berber women. It seems that the main substance is rich in vitamins and fat acids that, when in contact with skin, have antioxidant properties able to protect it. Certainly, this product shall be tried, at least to test the promise made. Just have a look at the packaging of the product: it seems that the brand is positioned with a clear respect for Moroccan taste and tradition. I’m sure that the return to natural substances is the key to keep fit with a real respect for our body, nature already helps a lot if we are able to listen to it and observe it. Moreover, my grandma used to tell me that her mother took care of everything with olive oil, not Argan oil, she lives in the South, and I am sure she would have much loved Les Arganies.

 

 


. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO