Alberto Zambelli’ style, between pure lines and his love for details

Si è aggiudicato lo scorso febbraio la vittoria della prima edizione del Premio Ramponi, nato per volere di Alfredo Ramponi, titolare dell’omonima azienda, impostasi nel mondo del fashion per aver inventato il primo cristallo sintetico, ed è stato quindi ospite speciale dell’ultima edizione femminile del White, oltre ad aver sfilato nello stesso mese anche nell’ambito di Milano Collezioni. Alberto Zambelli è forse uno dei nomi più interessanti del nuovo made in Italy grazie a proposte dalle linee pulite ed architettoniche, l’utilizzo di materie nobili e dettagli preziosi, che non fanno mai scordare la donna che manda in passerella.

He won last February the first edition of the Ramponi Prize, created at the behest of Alfredo Ramponi, owner of the company which has established itself in the fashion world for having invented the first synthetic crystal, and so he was special guest at the last female edition of White, in addition to having show in the same month his collection on the catwalks as part of Milano Collezioni. Alberto Zambelli is perhaps one of the most interesting names of the new Made in Italy thanks to his proposals with clean, architectural lines, the use of noble materials and precious details that they never let his women be forgotten.

ZAMBELLI2

Dopo aver frequentato l’istituto Fortuny e successivamente l’istituto Marangoni di Milano lo stilista ha iniziato il suo percorso lavorativo sviluppando le collezioni maglieria del gruppo Itierre, poi ha collaborato con nomi importanti del settore, vincendo nel 2007 il Fashion Incubator, concorso indetto dalla Camera della Moda con il primo suo brand Archivio Privato. La linea Alberto Zambelli è nata nel 2013, ma sembra destinata ad una crescita importante, dopo i molti riconoscimenti ricevuti.

After attending the Fortuny institute and subsequently the Marangoni Institute in Milan, the designer began his career path by developing the knitwear collections for the Itierre group, then he has collaborated with major names in the industry, winning in 2007 the Fashion Incubator, a competition organized by Camera della Moda with the first own brand Archivio Privato. The Alberto Zambelli line was born in 2013, but seems destined to a significant growth, after the many awards received.

Abbiamo intervistato il designer proprio dopo la sua partecipazione al White. Ecco cosa ci ha raccontato della sua moda e del suo mondo creativo.

We interviewed the designer right after his participation at the latest White edition. Here’s what he told us about his collection and his creative world.

ZAMBELLI1

Come ha iniziato, come è arrivato alla moda?
Il mio percorso nella moda parte da una grande passione nata nell’adolescenza e sviluppatasi attraverso gli studi presso l’Istituto Marangoni di Milano, il quale mi ha introdotto nel mondo del lavoro dove ho compreso che il mio entusiasmo si stava concretizzando in quello che oggi è la realizzazione del mio sogno.

How did you start your career, how did you arrive to the fashion world?
My career in fashion started from a passion born in adolescence and developed through my studies at the Istituto Marangoni in Milan, that introduced me to the world of work where I realized that my enthusiasm was materializing in what today is the realization of my dream.

Ci parla della sua collezione? Quali le caratteristiche?
Il mio design si contraddistingue per uno stile minimal decorativo, composto da linee pulite e dettagli preziosi che raccontano in ricami e
stampe la storia di ogni collezione.

Could you tell us something about your collection? Which are its main characteristics?
My design is characterized by a decorative minimalist style, composed of clean lines and fine details in embroidery and prints that tell the story of each collection.

La sua sembra una donna molto eterea, innocente. Quale la figura di riferimento? A chi pensa quando crea e come immagina le donne che indossano i suoi capi?
Le figure di riferimento delle collezioni che sviluppo sono donne che hanno segnato la storia. Quando immagino e creo le mie collezioni non le penso indirizzate ad un’unica tipologia di donna ma ad un insieme di figure dall’aspetto etereo e innocente, caratterizzate da una grande forza interiore e da un carattere deciso.

Your woman seems a very ethereal figure, innocent. Which are your reference icons? To which kind of woman do you think of when you creates and which women do you imagine wearing your clothes?
The reference figures of the collections are women who have marked the history. When I imagine and I create my collections I don’t think to a single type woman but to a group of women with an ethereal and innocent look, but characterized by a great inner strength and a strong character.

 

ZAMBELLI3
Da dove arrivano gli input creativi?
I miei input creativi arrivano dalla strada, da città dove vivo per parte dell’anno come Shanghai e Tokyo, da un film, da un’opera d’arte o da un oggetto, dalla quotidianità. Un piccolo caleidoscopio che racchiude la mia anima e che si schiude prendendo forma sul foglio bianco.

Where do the creative inputs come from?
My creative inputs are coming from the street, from the cities where I live part of the year as Shanghai and Tokyo, from a movie, a work of art or an object, from the everyday life. A small kaleidoscope that encloses my soul and that unfolds taking shape on the white piece of paper.

Quale la sua idea di eleganza?
Essere se stessi indipendentemente dall’abito che si sta indossando.

What is your idea of elegance?
Be yourself no matter which are the clothings that you are wearing.

 

 

Quanto sono importanti momenti come il White per un marchio come il suo?
Fondamentali, direi, per il confronto che questo comporta con un pubblico attento alle evoluzioni.

How important moments like the White fair are for a brand like yours?
I would say that they are very important. Considering the possibility to confront your work and yourself with an audience which is very attentive and prepared on the evolutions of fashion.

Progetti per il futuro?
Una linea dedicata all’uomo! Ho sempre sognato di vestire me stesso, tracciando così nuove linee per la collezione Alberto Zambelli Uomo.

Plans for the future?
A line dedicated to the man! I always wanted to dress myself, drawing also new lines for an Alberto Zambelli Man Collection.

 

 

GIANLUCA SINI

Leave a Reply

. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO