Luigi Veccia and his s/s 2016 collection: our interview

Nato a Caserta, Luigi Veccia si forma prima allo Ied di Roma, poi in alcuni dei più noti nomi dell’alta moda romana. In seguito la collaborazione con marchi italiani ed esteri, fino al 2008 anno in cui decide di costruire qualcosa di proprio, che da subito assume accenti di ‘demi-couture’, in cui l’amore per dettagli, stampe, decori arricchisce le proposte di citazioni, elementi evocativi, dettagli poetici ed artistici. Veccia è ritornato al White con la sua collezione per la s/s 2016 ed ha raccolto un grande successo. Ci facciamo raccontare meglio dal designer stesso.

 
Born in Caserta, Luigi Veccia has molded his creativity before at IED in Rome, then in some of the most famous names of haute couture in Rome. Some collaborations with Italian and foreign brands has followed, until 2008 when he decided to build something of his own, which immediately assumes accents of a ‘demi-couture’, in which a clear love for details, prints, patterns enriches the proposals with evocative, poetic elements, cultural references and artistic details. Veccia returned to White with his collection for s/s 2016 and has collected a great success. We asked to the designer himself to tell us about this experience and some about the new collection.

Ci parla della collezione che hai portato all’ultima edizione del White?

La New Abstract collection indaga sul nuovo modo di comunicare del guardaroba femminile, mixando elementi l’uno in aperto contrasto con l’altro, con stylist attitude. Un modernismo sofisticato, espresso tramite l’utilizzo dei colori primari e i contrasti op graphism.
 
 

Can you tell us something about the collection that you brought to White?

The New Abstract collection explores the new way to communicate of the female wardrobe, mixing elements in direct conflict with each other, with a clear stylist attitude. A sophisticated modernism, expressed through the use of primary colors and op-graphism contrasts.
 
 

 

 

Da dove sono arrivati gli input ispirativi?

L’ispirazione principale è il grafismo e la linearità del movimento Memphis, i contrasti di colori cari a Roy Lichtenstein.
Da qui l’utilizzo di materiali altamente tecnologici, i nidi d’ape in neoprene ed i ripstop in nylon in contrasto con i classici crepe de chine e gli chiffon stampati e plissettati.

Il pezzo da avere di questa collezione?

Penso che in assoluto il capo che ha ricevuto il maggior riscontro sia stato il pajamas stampato, nella nuova stampa New Abstract Angle. Capo feticcio di tutte le blogger passate in fiera.

Where did the inspirational input come from?

The main inspiration is the graphics and the linearity of the Memphis movement, the contrasts of colors dear to Roy Lichtenstein.
Hence the use of high technology materials, neoprene honeycombs and nylon ripstop in contrast to the classic printed and pleated crepe de chine and chiffon.

Which piece will be the ‘must-have’ of this collection?

I think by far the piece of clothing who received the most feedback was the printed pajamas, in the new print New Abstract Angle. It was the most loved by all bloggers who came to see the collection at White.

Quale l’importanza di una fiera come questa?

Quest’anno l’edizione del White a mio avviso è stata un edizione particolarmente fortunata sia per gli ordini, sia a livello di esposizione mediatica.

Ho ricevuto ottimi riscontri dal Giappone, dalla Cina e dalla Corea.
Ed inaspettatamente la clientela italiana, senza distinzioni di zona geografica, ha apprezzato ed acquistato la collezione.
Il passaggio poi della stampa e delle blogger è stato davvero di primo ordine. Un edizione sicuramente da incorniciare!

Which is the importance of a fair like this?

This year’s edition of the White in my opinion has been a particularly successful one considering both the ordersand in terms of the media exposure.

I received a great feedback from Japan, China and Korea.
And unexpectedly Italian customers, regardless of geographical area, appreciated and bought the collection.
Then also the press figures and the bloggers were really of a very important level. An edition that must definitely be framed!

 
 

Progetti per il futuro?

Sono in fase di realizzazione della nuova sede dell’ufficio stile, dell’archivio storico tessile e della biblioteca di moda, in un vecchio laboratorio di famiglia a Caserta, così come la nuova fase di sviluppo sui mercati internazionali del brand.

Alla luce di un sempre maggior riscontro di consensi tra i Paesi del Medio Oriente, della Russia e dell’Asia.

 

Plans for the future?

The new stylistic headquarters, the historical archive and the textile fashion library are all under construction in an old family workshop in Caserta, such as a new stage of development of the brand in international markets.
 
This thanks to an increasing acknowledgment of support among the countries of the Middle East, Russia and Asia.

 

Gianluca Sini

Leave a Reply

. © WHITE - PIVA 02579501202 - Powered By M.Seventy S.r.l. WebSite VITALIANOCOSENTINO